Accardi: “L’obiettivo è vincere il campionato, Giugliano avversario tosto. Rivedo la sempre la partita, Bellusci…”

“Non giocare fa male, penso, però, che alla lunga il lavoro paghi e io ci sono sempre. Il campionato non è chiuso, noi siamo stati bravi a non montarci la testa. L’importante è non perdere”

Palermitanità.

Il difensore del Palermo, Andrea Accardi, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. La formazione rosanero è in vetta alla classifica di Serie D con 34 punti, frutto di 11 vittorie, un pareggio ed una sconfitta. Il jolly difensivo ha fin qui totalizzato nove presenze, con quattro apparizioni da titolare: “La prima l’ho giocata da titolare, poi Pergolizzi ha fatto le sue scelte e mi pare che sono arrivate dieci vittorie consecutive. Nessuno può dire nulla. In difesa siamo tutti bravi, da Crivello e Lancini, che hanno una carriera importante alle spalle, a Peretti che ha dimostrato di essere un giovane validissimo. Non giocare fa male, penso, però, che alla lunga il lavoro paghi e io ci sono sempre“.

Accardi: “Siamo un gruppo vero, con l’Acr Messina l’abbiamo dimostrato. Voglio tornare tra i professionisti con questa maglia”

Nell’ultima gara contro l’Acr Messina, complici le assenze di Lancini e Crivello, Accardi ha fatto coppia al centro della difesa con Peretti: “Complimenti di Pergolizzi? I complimenti vanno fatti a Peretti, era la sua prima da titolare in un momento particolare e ha fatto una grande partita. Per me era diverso avendo più esperienza. I complimenti dell’allenatore fanno piacere, però bisogna mantenere un equilibrio sia nel bene che nel male“.

Ultime quattro gare, poi sarà completato il giro di boa: “L’obiettivo è vincere il campionato, cominciando a fare tre punti con il Giugliano – ha detto Accardi -. Più partite vinciamo più potremo permetterci qualche passo falso che può capitare. Il campionato non è chiuso, noi siamo stati bravi a non montarci la testa. L’importante è non perdere. L’abbiamo visto quando dovevamo andare in A perdendo partite che se avessimo pareggiato ci avrebbero condotti verso il traguardo“.

Infine, Accardi si è soffermato sul prossimo avversario del Palermo, il Giugliano: “Sono un maniaco dei dettagli, ho già rivisto la nostra partita e i primi highlights del Giugliano. Rivedo e vedo tutto anche la notte, in questo ho preso da Bellusci mi ha insegnato a curare tutto. Poi c’è Pergolizzi che batterà come un martello, ma io lo farò a prescindere“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy