Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

QATAR 2022

Qatar 2022, da Cavani e Kjaer a Dybala: gli ex Palermo che andranno al Mondiale

genoa
Ecco gli ex rosanero che parteciperanno al Mondiale in Qatar 2022

⚽️

Quasi tutto pronto per l'inizio della ventiduesima edizione dei Mondiali di calcio, disputati per la prima volta nel periodo invernale, in Qatar.

Rassegna iridata a cui prenderanno parte per l'ultima volta trentadue nazionali, poiché dal 2026 la partecipazione alla fase finale del Mondiale verrà estesa a quarantotto squadre. In attesa della partita di inaugurazione tra la compagine padrone di casa guidata dal tecnico Félix Sánchez Bas e l'Ecuador di Gustavo Julio Alfaro, in programma domenica 20 novembre alle ore 17.00, presentiamo la lista degli ex calciatori del Palermo che prenderanno parte ad una delle manifestazioni sportive più importanti di sempre.

Qatar 2022, da Cavani e Kjaer a Dybala: gli ex Palermo che andranno al Mondiale- immagine 2

EDINSON CAVANI: L'allora talento uruguagio, cresciuto nelle giovanili del Danubio era stata selezionato dal direttore sportivo rosanero Rino Foschi nel gennaio 2007, per rinforzare con freschezza e qualità il reparto offensivo della formazione guidata da Francesco Guidolin. Cavani  si trasferì in Sicilia ed il Palermo pagò circa 5 milioni di euro il suo cartellino. Valutazione modica, se confrontata alla plusvalenza effettuata dal Palermo del compianto Maurizio Zamparini tre stagioni e mezzo dopo, in cui Cavani passò al Napoli per ben 18 milioni, dopo aver siglato con la maglia del capoluogo siciliano ben 37 reti in 117 apparizioni condite da 8 assist vincenti per i compagni. Un esperienza, quella palermitana che lo forgiò prima come uomo che calciatore, lanciandolo definitivamente nel grande calcio europeo: dall'entusiasmante avventura con i partenopei al Paris Saint Germain, poi Manchester United ed oggi al Valencia di Gennaro Gattuso, in cui non sta deludendo le aspettative a suon di gol, nonostante i 35 anni già compiuti. Tutto questo in attesa di giocarsi il suo presumibilmente ultimo Mondiale in Qatar da calciatore con la sua amata Celeste.

Qatar 2022, da Cavani e Kjaer a Dybala: gli ex Palermo che andranno al Mondiale- immagine 3

KAMIL GLIK: Centrale polacco oggi in forza al Benevento di Fabio Cannavaro in Serie B, venne lanciato nel calcio italiano per la prima volta proprio dal Palermo, con cui totalizzò sole quattro presenze. Nel luglio 2010 venne ingaggiato dal Piast Gliwice per un milione di euro dal direttore sportivo Walter Sabatini, manager dalla rara sensibilità calcistica, visionario illuminato nello scovare giovani promesse in ogni parte del globo, come dimostratosi nel corso di tutta la sua carriera dirigenziale . Nonostante ciò l'esperienza di Glik nel capoluogo siciliano fu complicata da una farraginosa fase di ambientamento, numerose panchine ed il prestito al Bari, preludio alla cessione definitiva dell'ex rosanero al Torino, di cui poi divenne uomo simbolo e pilastro difensivo. Picco professionale al Monaco in Francia, prima di tornare nuovamente in Italia, specificamente nel club campano di cui ancora oggi fa parte. Anche per il classe 1988 quella del Mondiale in Qatar dovrebbe essere l'ultima chiamata con la selezione polacca.

 

Qatar 2022, da Cavani e Kjaer a Dybala: gli ex Palermo che andranno al Mondiale- immagine 4

 

PAULO DYBALA: Talento puro, calcisticamente emozionante, le sue giocate valgono spesso da sole il prezzo del biglietto. Mancino fatato, ad oggi tra i più morbidi ed educati nel panorama mondiale. Un piccolo marziano passato da Palermo nell'estate 2012, arrivato dall'Instituto AC Córdoba per 11 milioni di euro. Una cifra apparentemente alta per una giovane promessa semi-sconosciuta, poi dimostratasi negli una vera gemma rara per il club rosanero ed il firmamento calcistico internazionale. Ventuno gol e sedici assist nelle 93 prsenze con la maglia del capoluogo siciliano, di cui 13 marcature nell'ultima annata vissuta sotto la gestione Beppe Iachini in Serie A nella stagione 2014/2015. Stagione della consacrazione, che gli valse la chiamata della Juventus, di cui fu a tratti trascinatore, numero 10 e sul finale anche capitano. Tutto questo in ben 7 anni d'esperienza in bianconero, prima di lasciarsi quest'estate a causa del mancato rinnovo contrattuale. Oggi la Joya è in forza alla Roma di José Mourinho, di cui è la star principale. Una scelta, quella di sposare la causa giallorossa probabilmente compiuta per ritagliarsi un ruolo di assoluto protagonista a Qatar 2022 con la sua Argentina capitanata da Lionel Messi.

pallone d'oro

SIMON KJAER: Prelevato dal Midtjylland nell’estate 2008 per 4 milioni, rappresenta il colpo di prospettiva del pacchetto arretrato del Palermo allora diretto sul mercato  dal direttore sportivo, Rino Foschi, poi sostituito da Walter Sabatini e guidato in panchina da Stefano Colantuono prima e Davide Ballardini poi.  Kjaer in rosanero totalizzerà due stagioni piene e convincenti, in cui dimostrerà gran parte del suo potenziale, totalizzando 65 presenze tra Serie A e Coppa Italia, aggiungendo al suo bottino 5 reti e due assist. Un' esperienza nel capoluogo siciliano che gli varrà la chiamata del Wolfsburg in Germania, per un cifra intorno ai 12 milioni di euro. Da lì per il centrale danese, una carriera sempre mantenuta più o meno ad alti livelli, passando per Roma, Lille, Fenerbahce, Siviglia e Atalanta. Tutte squadre in cui il classe 89' è riuscito ad esprimersi, ma non al livello dimostrato dal 2020 in avanti con la maglia del Milan, riscoprendo una seconda giovinezza a tinte rossonere. L'ex Palermo è ancora un calciatore della squadra di Stefano Pioli, e rappresenta una figura d'esperienza di totale affidamento, la stessa per la sua Danimarca, che da capitano ha trascinato in semifinale agli ultimi europei. Simon tenterà di riuscire nell'impresa anche al prossimo Mondiale da disputare in Qatar a breve.

tutte le notizie di