Qualificazione Euro2020, che Italia al Renzo Barbera! A Palermo gli Azzurri travolgono 9 a 1 l’Armenia

Qualificazione Euro2020, che Italia al Renzo Barbera! A Palermo gli Azzurri travolgono 9 a 1 l’Armenia

Il commento della sfida tra Italia e Armenia, valida per le qualificazioni agli Europei del 2020

Grandissima festa di calcio a Palermo.

Lo stadio Renzo Barbera ha ospitato la sfida tra l’Italia e l’Armenia, che si sono affrontati in occasione delle qualificazioni agli Europei del 2020: gli Azzurri, già certi del primo posto in classifica, avevano come unico compito quello di far divertire i quasi 27mila tifosi presenti.

Italia-Armenia, l’entusiasmo di Mirri e Sagramola: il presidente e l’ad del Palermo partecipano alla “Ola”

Gli Azzurri partono subito bene e dopo soltanto 8 minuti trovano la rete del vantaggio: cross di Chiesa sul secondo palo e colpo di testa perfetto di Ciro Immobile, che firma il gol dell’1 a 0 e corre ad abbracciare Belotti. Passa soltanto un minuto e gli uomini di Roberto Mancini trovano immediatamente il raddoppio: Immobile lancia in profondità Zaniolo, che si presenta davanti al portiere avversario e segna il 2 a 0 realizzando il suo primo gol con la maglia dell’Italia.

La Nazionale azzurra continua a dominare e al 29′ trova la rete del 3 a 0: lancio di Bonucci per Barella, che batte Airapetyan con semplicità. Al minuto 33 Zaniolo lancia ancora in profondità Immobile, che salta il portiere e deposita in rete il 4 a 0 firmando la sua doppietta personale.

Nel secondo tempo continua lo show dell‘Italia, che al 64′ trova ancora la via della rete: Jorginho serve al limite dell’area Zaniolo, che riceve a calcia con il mancino trovando l’incrocio dei pali, 5 a 0 e doppietta per il centrocampista della Roma. Al minuto 72 anche Romagnoli lascia il segno sulla gara: sugli sviluppi di un calcio d’angolo la palla arriva sui piedi del capitano del Milan che firma il 6 a 0. Dopo soltanto due minuti Orsolini conquista un calcio di rigore: dal dischetto va lo specialista, Jorginho, che batte Airapetyan e realizza il 7 a 0. Anche l’attaccante del Bologna trova la soddisfazione personale al 78′: cross di Chiesa dal lato sinistro del campo e colpo di testa vincente di Orsolini, 8 a 0.

Un minuto dopo l’Armenia trova quantomeno la rete della bandiera con Babayan, che realizza la rete dell’8 a 1, ma all’81′ gli Azzurri vanno ancora in rete con Chiesa: bellissima giocata di Orsolini che serve l’assist all’attaccante della Fiorentina, bravo a colpire di testa e realizzare il 9 a 1.

Il triplice fischio del direttore di gara sancisce la festa assoluta dell’Italia al Renzo Barbera di Palermo, che travolge l’Armenia raggiungendo quota dieci vittorie consecutive: gli Azzurri dimostrano di essere una squadra compatta, brillante e di grande qualità, con la concreta possibilità di fare bene anche contro le top nazionali che parteciperanno all’Europeo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy