Ct Liechtenstein e Buchel temono la Macedonia: “Occhio a Nestorovski e Trajkovski”

Il commissario tecnico del Liechtenstein, Rene Pauritsch, e il centrocampista Marcel Buchel evidenziano i pericoli della Macedonia: “Occhio a Nestorovski e Trajkovski”.

Entrambe ferme a quota 0 punti nel girone di qualificazione ai prossimi Mondiali, girone che poi è quello dell’Italia.

Macedonia e Liechtenstein hanno perso tutte e quattro le partite fin qui e domani, al Rheinpark Stadion di Vaduz, si sfideranno nel quinto match del gruppo G di qualificazione a Russia 2018.

Alla vigilia della gara, in casa Liechtenstein, parlano il commissario tecnico, Rene Pauritsch, e il centrocampista dell’Empoli, Marcel Buchel. “Dovremo stare davvero attenti alla Macedonia, senza farci ingannare dal ranking Fifa che sicuramente non rispecchia la realtà: la Nazionale di Angelovski ha offerto fin qui prestazioni positive e importanti meritando anche di vincere in certe occasioni – dice il ct Pauritsch -. Per non parlare delle individualità che hanno in organico i macedoni: il pericolo principale risiede nelle doti da bomber di Ilija Nestorovski. Avremo diverse defezioni nella nostra squadra e cambieremo interpreti in difesa, ma i ragazzi sanno che i problemi arriveranno soprattutto dall’attaccante del Palermo”.

“Non solo Nestorovski – interviene in conferenza stampa anche Buchel, che gioca nell’Empoli -. Dovremo stare attenti anche ai movimenti di Aleksandar Trajkovski e Goran Pandev. Non li conosco personalmente, pur giocando come loro in Serie A, ma li ho studiati da avversario e so quali sono le loro caratteristiche principali. La cosa che posso dire è che rappresenteranno una minaccia per noi domani sera (si giocherà a partire dalle ore 20.45 a Vaduz, ndr). Nestorovski, ad esempio, è arrivato in Italia a fari spenti, ma nel giro di pochi mesi si è guadagnato una reputazione ottima nel campionato di Serie A, e vi posso assicurare che non è semplice – sottolinea Buchel -. Quanto a Pandev, ha una vasta esperienza e un grande palma res: ha giocato nell’Inter del Triplete, nella Lazio e nel Napoli. E poi c’è anche Trajkovski che non so se giocherà dal primo minuto. Se vogliamo ottenere un buon risultato, dovremo stare attenti a loro”.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Antonello Provenzano - 4 anni fa

    la grande scuola calcistica del Lichtenstein saprà prevalere sui temibili Macedoni?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Davide Leto - 4 anni fa

    Si trajkosky Ke neanche ha giocato un minuto anzi pardon la gara solo pazzesca di Genova booòoooo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy