Udinese-Napoli, Inler: “I tifosi friulani non volevano che andassi proprio al Napoli…”

Udinese-Napoli, Inler: “I tifosi friulani non volevano che andassi proprio al Napoli…”

Le parole del centrocampista svizzero al ‘Messaggero Veneto’

Gokhan Inler, centrocampista attualmente in forza all’Istanbul Başakşehir, è stato intervistato dal Messaggero Veneto per parlare di Udinese e Napoli, in quanto ex di entrambe le squadre.

Quando Inler approdò ai friulani, svela che vi erano altri club su di lui: “Il mio ex procuratore mi propose tre offerte: Palermo, Torino e Udinese. L’interesse più forte fu quello della famiglia Pozzo. E poi a Udine c’erano i giocatori più talentuosi: Sanchez, Di Natale e Quagliarella che, come me, arrivò quella estate. Ricordo le difficoltà durante il ritiro: non conoscevo i compagni, la lingua e tutti mi dicevano che il calcio italiano era difficile. Ma io mi ero ripromesso di non fallire. Quando nello spogliatoio di San Siro mister Marino diede la formazione mi disse: ‘Tu giochi però senza la tua macchina’. Io avevo un’auto molto particolare. La battuta smorzò la tensione”.

Lo svizzero ricorda che il trasferimento al Napoli non andò giù ai supporters friulani: “Forse la cosa si poteva gestire in maniera diversa, forse i tifosi non volevano che andassi proprio al Napoli, ma io li ho sempre rispettati. Sono tornato a Udine tante volte in questi anni senza fare pubblicità, sono sempre in contatto con l’Udinese e non dimentico quello che fece la famiglia Pozzo nell’estate del 2007 quando, con mio papà che era morto, mi lasciò andare in Turchia”. Mentre, sulla sfida di questa sera, ha affermato: “Udine è sempre un campo difficile e a Napoli lo sanno. Sarà così anche stavolta, il risultato non è scritto in partenza. E poi è la prima partita dopo la sosta che è sempre un momento particolare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy