Salisburgo-Napoli, Ancelotti: “Qualificazione ancora incerta. Insigne? Prima del match gli ho detto…”

Salisburgo-Napoli, Ancelotti: “Qualificazione ancora incerta. Insigne? Prima del match gli ho detto…”

Il tecnico del Napoli ha commentato la vittoria ottenuta contro il Salisburgo

Il Napoli batte il Salisburgo.

In occasione della terza giornata dei gironi di Champions League gli azzurri sono scesi sul campo della Red Bull Arena per affrontare il Salisburgo, alla ricerca di tre punti fondamentali per mantenere il primo posto nel gruppo E. I partenopei erano passati in vantaggio due volte grazie alla doppietta di Dries Mertens, che ha così superato Maradona nella classifica all-time dei marcatori del Napoli, ma i padroni di casa avevano riportato due volte il punteggio in parità con i due gol di Haland, arrivato a quota 20 gol in 13 gare disputate. A decidere la sfida è stato però Lorenzo Insigne, subentrato dalla panchina e autore della rete che ha deciso il match festeggiando con un lungo abbraccio a Carlo Ancelotti.

Champions League, Salisburgo-Napoli 2-3: Mertens e Insigne da applausi, agli austriaci non basta la doppietta di Haaland

Al termine del match il tecnico degli azzurri è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, esprimendo la sua soddisfazione per il successo ottenuto e commentando la prestazione dei suoi uomini: “Per vincere qui a Salisburgo bisognava sacrificarsi molto e giocare con intelligenza. Credo che sia stata una bellissima partita è davvero avvincente, siamo stati bravi per tutti i 90 minuti anche soffrendo. Ottenuto un ottimo risultato. Grande risposta della squadra che ha giocato questa partita con grande piglio, siamo andati in vantaggio e dopo qualche sofferenza e i gol del pari l’abbiamo ripresa. Chi è entrato ha dato il proprio contributo compreso Insigne che ha fatto un grande gol, la qualificazione non è certa perché abbiamo comunque fa giocare la seconda partita contro gli austriaci. Mertens? Una grande serata per tutti, adesso piedi per terra e pensiamo alla prossima. Abbraccio con Insigne? Gli avevo detto che avrebbe giocato e che avrebbe determinato la partita, felice di aver vinto qui contro una squadra temibile“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy