Napoli, De Laurentiis: “Il Bari non è un giocattolo. Hajduk Spalato? Sono pronto ad investire, Reja mi ha detto…”

Il presidente del Napoli svela il suo interesse per il club croato: “Ne ho parlato con Reja, lui tornerebbe volentieri a Spalato. Devo analizzare il tutto…”

Nuovo incontro per l’ECA.

La European Club Association, ovvero l’associazione dei maggiori club europei, si è, infatti, a Spalato, per la 21esima assemblea generale, costituita dai rappresentanti delle 232 società che ne fanno parte.

Presente per il Napoli, il presidente Aurelio De Laurentiis, che a margine della riunione, ha svelato di aver fatto un pensierino sull’acquisto dell’Hajduk Spalato: “Ne ho parlato con Reja che ha già allenato a Spalato. Con Edy sono sempre in contatto. Comunque andiamo piano, andrebbe tutto analizzato. Reja mi ha detto che il club è nelle mani dei tifosi che non vogliono necessariamente una proprietà di un privato. Lui tornerebbe volentieri a Spalato. Per quanto mi riguarda, sarei pronto a parlare con qualcuno del club. Sono sempre preparato ad un investimento perché sono un fan del calcio”.

“Recentemente, però, ho assunto Bari – ha aggiunto -, il Sindaco Antonio Decaro, ha accettato la mia offerta. Tuttavia, ciò non significa che non mi interessi l’Hadjuk. Non potevo permettere a un club dal grande passato e tradizione come il Bari di fallire. È retrocesso in quarta divisione. Ho sentito tante critiche sul mio acquisto, c’è chi si Si lamenta dicendo che ho comprato un altro giocattolo, cioè il Bari. Ma questo non è assolutamente un giocattolo per me, anzi è un progetto in cui investo conoscenza e denaro, soprattutto passione per il calcio – ha concluso il presidente del club partenopeo –“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy