Napoli, De Laurentiis: “Ancelotti mio obiettivo da cinque anni. Var? C’è qualcosa che non va…”

Napoli, De Laurentiis: “Ancelotti mio obiettivo da cinque anni. Var? C’è qualcosa che non va…”

Il presidente degli azzurri ha parlato del suo attuale tecnico e dell’utilizzo della tecnologia in campo

Parola ad Aurelio De Laurentiis.

Il presidente del Napoli continua il suo progetto volto a costruire una squadra competitiva sia in campionato che in Europa, con l’obiettivo principale di far cessare l’egemonia della Juventus. Il patron degli azzurri è intervenuto ai microfoni di Sky Sport parlando del suo rapporto con l’attuale tecnico del club, Carlo Ancelotti: “Scudetto sogno o utopia? Nessuna delle due, Ancelotti è molto bravo, abbiamo tanti bravi giocatori , serve pazienza ed un occhio più obiettivo del VAR per avere un campionato rispettoso ed equilibrato per tutti i club, per me noi del Napoli ce la possiamo giocare e lo faremo fino alla fine. Con Ancelotti ci sentivamo da cinque anni, era un mio obiettivo, al di là dei sogni avevo la condizione che prima o poi ci sarebbero state le condizioni per portarlo a Napoli, e c’è stata. Carlo ha trovato finalmente una casa italiana, e guardate che casa“.

In seguito sull’imminente sessione invernale di calciomercato: “Noi non dobbiamo restare attaccati solo alla Juve, c’è un Inter che spinge, un Milan che ci prova, una Roma che ripartirà… Il campionato è lungo e non combattiamo solo con la Juve, è molto ben equilibrato. Il mercato è stato fatto negli anni con grande capacità. Siamo tanti adesso, a gennaio credo che col recupero di Meret, Younes e Ghoulam è come se avessimo già fatto il mercato in casa. Younes è una forza della natura, e non lo penso solo io ma anche Giuntoli ed Ancelotti. Meret è, secondo Ancelotti, il portiere dei prossimi 20 anni. Cavani sarebbe accolto qui come un grande calciatore in più, bisogna poi vedere quanto si inserirebbe nel contesto di Ancelotti“.

Infine il numero uno dei partenopei ha detto la sua in merito all’importanza del Var, che anche questa stagione sta facendo nascere numerosi dubbi relativi al suo utilizzo: “In questo inizio di campionato Rizzoli ha parlato di 7-8 errori, e allora c’è qualcosa che non va, non capisco perché il VAR non segnali tutti gli incidenti all’arbitro, che dal campo non può avere la visione totale del gioco“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy