Napoli, Ancelotti: “Problemi al Bayern Monaco? Ecco perchè. Vi svelo cosa cambierà in futuro nel calcio…”

Il tecnico del Napoli, Carlo Ancelotti, torna a parlare della sua esperienza sulla panchina del club tedesco, spiegando i motivi che hanno portato alla rottura

Parla Carlo Ancelotti.

Il tecnico del Napoli, inserito nella lista dei 50 migliori allenatori, che hanno fatto la storia del calcio, stilata dalla rivista francese ‘France Football’, intervenuto nell’intervista rilasciata dal suo staff e dal preparatore atletico azzurro, Francesco Mauri, ha raccontato le divergenze che nacquero sulla panchina del Bayern Monaco, soffermandosi nello specifico sulla cultura del calcio tedesco: “In realtà i problemi li avemmo con lo staff del Bayern, lo staff fisso dei tedeschi con cui ebbe problemi anche Guardiola. Non tanto con i giocatori – si legge nelle parole riportate da il Napolista.it -. È sempre una questione di mentalità, di cultura. Poiché il calcio tedesco è diventato famoso per la tenacia, per la sofferenza, per loro era ed è impensabile rinunciare a questo fattore. Per loro, per esempio, è inconcepibile cominciare l’allenamento senza tre giri di campo. Anche per Neuer”.

“Sapete cosa succederà in futuro? Che le loro figure non esisteranno più – ha proseguito Ancelotti riferendosi ai tre componenti dello staff atletico del club partenopeo -, o comunque non esisteranno più in un club. Il calcio somiglierà sempre più all’Nba dove l’atleta va al campo e svolge 45 minuti di allenamento ad alta intensità e poi si arrangia. L’atleta avrà il suo preparatore personale, il suo nutrizionista personale, il suo fisioterapista personale. Non ci saranno ritiri. Del resto nel calcio ci sono già tanti giocatori che hanno il preparatore personale che a volte è in contrasto col lavoro che fanno i preparatori della squadra”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy