Napoli, Ancelotti: “Per Elmas siamo ai dettagli. James? Lo stimo moltissimo, al Bayern…”

Napoli, Ancelotti: “Per Elmas siamo ai dettagli. James? Lo stimo moltissimo, al Bayern…”

Il tecnico degli azzurri ha parlato della condizioni dei suoi uomini direttamente dal ritiro di Dimaro

Parla Carlo Ancelotti.

Il tecnico del Napoli, direttamente dal ritiro di Dimaro Folgarida, ha parlato ai microfoni di Tv Luna in presenza di molti tifosi azzurri. Queste le sue dichiarazioni: “Per me allenare il Napoli è una grande responsabilità oltre che una grande motivazione, sapere che tanta gente ci segue con affetto e sacrificio. Ci sono tante persone che hanno fatto sacrifici per essere qui in Trentino, allo stesso tempo è una grande responsabilità. Il calore responsabilizza anche i calciatori. L’entusiasmo si alimenta con il comportamento della nostra squadra, bisogna avere calciatori disposti a tutto per la squadra. Il senso di appartenenza è importante, la passione aumenta con le prestazioni della squadra a livello qualitativo e soprattutto caratteriale. Il tifoso vuole vedere una squadra che non molla mai, è più legato a questo che alla qualità“.

Infine un commento sulla trattativa per James Rodriguez: “Non mi risulta che sia dell’Atletico Madrid, personalmente non sono molto attento perché il 99% delle notizie di mercato sono false. Credo che la trattativa sia ancora aperta, ma non è l’unica. In alcuni casi le trattative non sono facili perché magari il calciatore non vuole venire, perché non si trova l’accordo con la società, per problemi con gli agenti. Siamo molto vicini all’arrivo di Elmas e spero che si concluda in fretta. È un calciatore molto interessante, siamo ai dettagli e speriamo che arrivi qui a Dimaro prima della nostra partenza dal Trentino. Sono molto legato ad James perché ha fatto molto bene con me. Lo stimo moltissimo e sicuramente con lui miglioriamo la squadra, ma ci sono anche altri profili che stiamo valutando con la Società. L’ho voluto io al Bayern ma purtroppo sono andato via dopo due mesi. L’anno scorso ha avuto più difficoltà perché l’ambiente non è stato facile per lui. Non ha bisogno di rilanciarsi perché è un grande giocatore. Stiamo lavorando su quello, ma non solo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy