Milan-Napoli, Diawara: “Scudetto? Il campionato non è ancora finito, possiamo farcela. Obiettivo Coppa Italia…”

Milan-Napoli, Diawara: “Scudetto? Il campionato non è ancora finito, possiamo farcela. Obiettivo Coppa Italia…”

Le dichiarazioni del centrocampista del Napoli, Amadou Diawara, in vista della gara di San Siro

Diawara

Cresce l’attesa per Milan-Napoli.

Sabato sera a San Siro si giocherà senza restrizioni, non ci saranno limitazioni alla vendita dei biglietti, né per l’accesso allo stadio: ad annunciarlo è stato il ministro dell’Interno Matteo Salvini affermando che la scelta è stata fatta puntando sul buonsenso, sulla responsabilità e correttezza delle due tifoserie.

Sul match, in programma alle ore 20:30, si è espresso Amadou Diawara, intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: “Sfideremo due volte i rossoneri. Non saranno partite semplici perché l’avversario è di grandissimo livello, ma noi vogliamo vincerle entrambe. Cori contro Koulibaly a Milano? Il calcio deve fare felice la gente, non creare discriminazioni. Il nostro obiettivo è vincere tanto per accorciare il distacco dai bianconeri. Il campionato non è ancora finito. Dobbiamo cercare di arrivare in fondo ovunque. Miriamo a vincere la Coppa Italia“.

Parole al miele per Carlo Ancelotti: “Per me è un onore avorare con lui. Il mister ha vinto tanto, è una persona perbene e di valore. Abbiamo un grande gruppo, andiamo tutti d’accordo. Ci sono tutti campioni, giocare a Napoli non è facile. Ancelotti ha un’ampia possibilità di scelta: se stiamo a Napoli è perché siamo forti. Decide lui chi gioca. Maurizio Sarri? Mi ha fatto crescere tanto, così come Ancelotti. Venire a Napoli è stata una scelta indovinata”.

“Il pallone era il mio sogno da piccolo – ha continuato il centrocampista azzurro -, sono riuscito a diventare un calciatore e ne sono felicissimo. In allenamento cerco di migliorare ogni giorno. Per me il calcio è un divertimento, non solo un lavoro. Gol al Chievo Verona? Fu un momento indescrivibile. Ero pazzo di gioia, i tifosi mi mandarono lettere, messaggi. Una emozione che conserverò per sempreQuest’anno vogliamo vincere qualcosa”.

Chiosa finale su Fabian Ruiz, Adam Ounas e Piotr Zielinski: “Impressionato da Fabian. Sembra abbia più di 30 anni. Lo vedi giocare e ti impressioni. Sembra un veterano, a volte lo prendo in giro dicendogli che mente sull’età. Sono legato a tutti, ma ho stretto una amicizia molto forte con Ounas. Sta trovando più spazio, vale tanto e sono sicuro che farà bene, come tanti altri. Zielinski ad esempio per me è un fuoriclasse – ha concluso Diawara –“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy