Atalanta-Napoli, Moggi: “Le critiche a Gattuso mi fanno ridere, ho un consiglio per De Laurentiis”

Le parole dell’ex dirigente di Juventu e Napoli, Luciano Moggi

Atalanta-Napoli

Poche ore al calcio d’inizio di AtalantaNapoli.

L’ex dirigente di entrambe le compagini, Luciano Moggi, in vista della semifinale di ritorno di Coppa Italia, ai microfoni di “Radio Kiss Kiss Napoli” ha rilasciato le seguenti dichiarazioni. I temi trattati dall’ex direttore sportivo bianconero concernono l’attuale situazione vissuta dagli azzurri e le polemiche che aleggiano intorno al tecnico Rino Gattuso.

Atalanta-Napoli

Partita di stasera? Se l’Atalanta ripetesse la sfida del Torino a parte il primo tempo il Napoli farebbe bene. Il fulcro del gioco è Ilicic. Lo chiamano la nonna ma palla al piede è un campione. Gattuso? Mi viene da ridere per le critiche su Gattuso. Se il Napoli avesse giocato con la Juventus all’andata avrebbe vinto 3-0. La colpa non è di Gattuso. Se il suo gioco non piace è colpa di chi l’ha preso. Lui gioca di rimessa: se non piace perché è stato preso? Non avrebbe potuto dare di più, è stato sfortunato. Se dovesse vincere con la Juventus sarebbe quarto. De Laurentiis dovrebbe parlare di meno con altri allenatori e dell’allenatore presente, ha messo in crisi Gattuso. Lui è una persona seria, ti dice le cose in faccia. Cosa avrei detto a Gattuso? L’avrei aiutato di più. Il Napoli ha perso parecchie partite ma ha avuto sempre mezza squadra a disposizione. C’è da dirgli solo ‘bravo’. Rinnoverei il contratto? Dipende dalla dirigenza. Se si cerca il gioco di Sarri non è Gattuso, se vogliono i risultati va bene Gattuso. Italiano per il post Gattuso? Devono saperlo loro. Si prende l’allenatore che può inserirsi in un gruppo affiatato, mettere in crisi Gattuso non è il caso”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy