Svezia, Ibrahimovic: “Io e il ct Andersson da soli in una stanza. Sono di nuovo qui per una sola ragione”

Le parole del centravanti del Milan dal ritiro della Nazionale svedese

Ibrahimovic

Ibra, il ritorno.

Ibrahimovic

Questo pomeriggio, nel corso della conferenza stampa dal ritiro della Nazionale svedese, Zlatan Ibrahimovic, fresco di convocazione con la maglia oro della sua Svezia,  ha parlato in sede di conferenza stampa al fianco del ct Janne Andersson.  Messe parte le polemiche che in passato avevano visto il centravanti del Milan in contrapposizione con l’allenatore della selezione scandinava, l’asso del Milan ha parlato del suo ritorno in Nazionale spiegando di volersi mettere a disposizione della squadra per raggiungere obiettivi importanti.

“Con il ct ci siamo incontrati per la prima volta dal vivo, da soli in una stanza, e abbiamo parlato di tutto. È stato un incontro positivo in cui ci siamo confrontati e alla fine abbiamo scelto quello che era meglio per la Svezia. Sappiamo entrambi cos’è meglio per la Nazionale e oggi sono qui seduto davanti a voi. Se sono qui non è perché mi chiamo Zlatan Ibrahimovic, ma perché ho dimostrato di meritare di esserci, tutto quello che ho fatto prima non significa nulla. Mi sento in forma, voglio essere coinvolto e sento di poter contribuire ancora al bene della nazionale. Io qui sono solo un pezzo del puzzle, se me lo chiedi sono il migliore al mondo, ma questo non aiuta qui. Voglio solo mettere la mia esperienza a disposizione della squadra e ho promesso al ct che sarò decisivo, ma ora devo dimostrarlo in campo. Capitano? Nella mia testa è Andreas Granqvist, ma spetta poi al ct decidere”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy