Milan, Reina: “Higuain bomber assoluto, Gattuso un uomo di calcio. Il nostro obiettivo…”

Milan, Reina: “Higuain bomber assoluto, Gattuso un uomo di calcio. Il nostro obiettivo…”

Il portiere del Milan ha parlato degli obiettivi da raggiungere durante la prossima stagione

Parla Pepe Reina.

Il portiere del Milan, intervistato ai microfoni di Sky Sport poco prima del match tra i rossoneri e il Barcellona, ha parlato degli obiettivi da conseguire nel corso della prossima stagione: “Per lo Scudetto la favorita davanti a tutti è ancora una volta la Juventus. Poi il resto sarà tutto aperto per i posti in Champions, con il Napoli in questo caso un passo avanti. Ma Roma, Lazio, Inter, Milan e Fiorentina potranno ambire alle prime quattro. Sarà una bella Serie A. Parlare di Scudetto non mi sembra realistico in questo momento: noi dobbiamo continuare a crescere a livello collettivo, e societario, fare le cose per bene e e se si può, riuscire a tornare in Champions, che è l’obiettivo primario della società“.

In seguito ha chiarito il suo rapporto con Gianluigi Donnarumma, suo compagno di reparto con cui dovrà competere per aggiudicarsi un posto da titolare: “Per Gigio provo ammirazione e stima, si sta comportando benissimo a livello umano. A livello sportivo cercherò di imparare sia da lui che da Antonio e di sfruttare questa competizione tra noi tre per fare ancora meglio. Il posto da titolare? Io lavoro per giocare come lo fanno tutti, poi sarà Gattuso a decidere. Noi possiamo dare il nostro contributo, mettendo il 100% di voglia, sacrificio e lavoro, e se non si gioca fare in modo che l’altro stia al massimo. In ogni caso la mia volontà è di restare al Milan? Sì, non ne ho altra“.

Il portiere spagnolo si è detto molto contento dell’arrivo di Gonzalo Higuain dalla Juventus, con cui aveva giocato ai tempi del Napoli: “Gonzalo è fortissimo, un bomber assoluto che ci darà una grandissima mano e che speriamo possa fare tantissimi gol. Durante la trattativa non l’ho sentito, hanno fatto tutto loro, poi quando si è conclusa l’operazione mi ha chiesto qualcosa per mera informazione. Io sono qui da poco, non gli posso dire tantissimo, se non che mi sono trovato in uno spogliatoio di gente per bene. Per lui sarà facilissimo ambientarsi“.

Il classe 1982 ha poi espresso la sua opinione sul suo nuovo tecnico, Rino Gattuso: “Gattuso è un allenatore che ti spreme al massimo, ti fa tirare fuori tutto quello che hai, ma è anche vicino ai giocatori perché ha smesso da poco. Lavorare con lui è piacevole, questo mese è stato positivo e speriamo che insieme si possa lavorare bene e regalare ai tifosi del Milan belle emozioni. Gattuso è un uomo di calcio, ha ancora fervore al sangue, lo aveva come calciatore e ora come allenatore. Da parte mia c’è rispetto e ringraziamento per quello che finora ho visto da lui“.

 

Infine, ha ringraziato il suo ex club: “Ringrazierò per sempre Napoli per quello che ho vissuto in questi quattro anni, dovunque andrò me la porterò sempre nel cuore. Il rammarico è di non aver vinto quel sogno che avevamo tutti nel cuore, ma auguro il meglio a tutti e ringrazio tutta la città per come si è comportata con me. Ora però mi tocca affrontarli da avversario, sarà la prima trasferta in campionato per noi“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy