Milan, Pioli: “Vogliamo migliorare la squadra, ecco la strategia. Riapertura stadi? Ho la mia idea”

Milan, Pioli: “Vogliamo migliorare la squadra, ecco la strategia. Riapertura stadi? Ho la mia idea”

Le parole di Stefano Pioli al termine dell’amichevole con il Monza

La cosa importante per noi in questo momento è giocare, perché tra poco avremo il preliminare di Europa League.

Queste le parole di Stefano Pioli al termine della sfida amichevole tra Milan Monza. Il tecnico dei rossoneri – che hanno sconfitto i brianzoli con il risultato di 4-1 – è intervenuto nel post gara di San Siro analizzando nel dettaglio la prestazione ai microfoni di Sky Sport: “Bisogna mettere un po’ di ritmo nelle gambe, un po’ di competizione. Poi il risultato di un’amichevole conta e non conta, ho visto buone cose e altre situazioni sulle quali possiamo crescere: non abbiamo avuto infortuni, abbiamo aumentato il minutaggio per alcuni giocatori, perciò le sensazioni sono buone. Preliminare di Europa League? Anche lì  incontreremo un’avversaria che sarà più avanti di noi di condizione, che avrà giocato 11 partite, noi non potremo essere al 100%, quindi servirà essere concentrati sulla gara dal punto di vista mentale, perché sarà una partita difficile. Avrò la squadra al completo solo dal 10 settembre, perciò avremo pochi giorni per prepararla, quindi servirà un lavoro puntiglioso perché non sarà una partita semplice”.

Spunto arrivato successivamente quello riguardante il calciomercato: “Tonali? Se arriverà davvero ci sarà molta soddisfazione. Io, l’area tecnica e la proprietà siamo preparati a migliorare la squadra, il mercato è ancora lungo, se ci saranno occasioni di migliorare ovviamente: con giocatori di qualità  si ha più possibilità di vincere e fare bene. Più giocatori forti ci saranno e meglio è. Il mercato è solo all’inizio – ha proseguito il tecnico rossonero – , ma noi dovremo restare concentrati sul campo perché ci aspettano gare difficili, soprattutto il preliminare. Concentriamoci su quello. Le voci su Chiesa? Si scrivono tante cose in questo periodo, dobbiamo leggere poco e lavorare tanto perché sarà un inizio difficile. Per Bakayoko state parlando con l’interlocutore sbagliato. Brahim Diaz? Credo che a lui serva ancora di più giocare per capire il calcio italiano e i nostri principi di gioco – ha affermato Pioli – , gli servirà un po’ di tempo ma ha delle qualità, è arrivato da poco, dobbiamo dargli il tempo necessario per poter essere un giocatore utile per noi”. 

Chiosa finale di Pioli sulla riapertura degli stadi: “Io credo che un’affluenza completa allo stadio possa essere pericolosa, ma una percentuale ridotta si potrebbe cominciare. Purtroppo finché non si troverà una soluzione dovremo convivere con il Covid-19, secondo me in uno stadio come San Siro 20mila tifosi distribuiti bene potrebbe essere una soluzione. Sicuramente senza tifoseria non è il calcio che vogliamo, capisco la cautela ma spero che si possano fare dei passi in avanti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy