Milan, l’Uefa sospende la decisione: la palla passa al TAS, Europa League in bilico

Milan, l’Uefa sospende la decisione: la palla passa al TAS, Europa League in bilico

I rossoneri sono accusati di non aver rispettato il Fair Play Finanziario nel triennio che va dal 2016 al 2018

L’UEFA non emette alcuna sentenza, il Milan deve attendere la decisione del TAS.

I rossoneri rischiano l’ammissione all’edizione di Europa League 2019/2020 a causa del celeberrimo Fair Play Finanziario (triennio 2016-2017-2018) non rispettato dal club di Via Aldo Rossi.

L’Organo di controllo dell’UEFA ha voluto sospendere ogni tipo di decisione in attesa che si pronunci il TAS in merito a un precedente appello portato avanti dal Milan che “prometteva” di pareggiare il bilancio entro il 2021.

Il comunicato ufficiale diramato dall’UEFA attraverso i propri canali ufficiali.

Il CFCB, UEFA Club Financial Control Body Adjudicatory Chamber ha sospeso i procedimenti contro l’AC Milan, in merito al mancato rispetto dei requisiti del break-even durante l’attuale periodo monitorato nella stagione 2018/19 che copre i periodi di segnalazione che terminano nel 2016, 2017 e 2018. La sospensione del procedimento rimarrà in vigore fino a dopo l’emissione dei procedimenti CAS in corso relativi alla sanzione imposta al club per non aver rispettato il requisito di pareggio per i periodi segnalati che terminano nel 2015, 2016 e 2017.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy