Milan, l’ex Savicevic condanna la Superlega: “Volevano tenere tutti i soldi per loro, avevano un piano preciso”

Le parole dell’ex calciatore montenegrino dei rossoneri

Superlega

Dejan Savicevic attacca i top club d’Europa.

Roma, Capello rilancia Zaniolo: “È un giocatore importante, lo vedo alla Savicevic. Ho un consiglio da dargli”

L’ex fantasista montenegrino del Milan, nel corso dell’intervista rilasciata a Tuttosport, ha sparato a zero in merito alla costituzione e poi allo scioglimento della Super Lega. Le dichiarazioni del “Genio” che si è soffermato sull’argomento che ha tenuto banco negli ultimi due giorni.

Napoli-Lazio, Farris: “Al Maradona importante test di maturità. Tunover? Conta una cosa, con il Milan…”

“Ho avuto modo di leggere un articolo su Florentino Perez che affermava quanto segue: ‘Più soldi per noi e più soldi per gli altri’. Io penso che questo pensiero sia assolutamente sbagliato, vedendo quanto sono in debito le società oggi cosa avevano pensato di fare. Per esempio il Milan il cui debito non è comunque esagerato è sotto di 100 o 120 milioni, poi ci sono le altre che si avvicinano a cifre quali 600,800, 900. Ma cosa hanno fatto? Perché hanno pagato così tanto i loro giocatori: 50, 60, 100 milioni, per cosa? Adesso vogliono tenere tutti i soldi per loro? Sicuramente non per il calcio. Sicuramente l’hanno fatto per sdebitarsi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy