Milan, le prime parole di Begovic: “Un onore essere qui, ho scelto i rossoneri per un motivo. Donnarumma? Rispondo così”

Milan, le prime parole di Begovic: “Un onore essere qui, ho scelto i rossoneri per un motivo. Donnarumma? Rispondo così”

Le prime parole dell’estremo difensore bosniaco che ha preso il posto del partente Pepe Reina, l’ex Bournemouth è arrivato in rossonero con la formula del prestito secco fino a giugno proprio dal club inglese

Dopo l’addio di Pepe Reina, il Milan ha trovato il suo secondo: si tratta di Asmir Begovic.

Il passaggio del portiere spagnolo all’Aston Villa ha costretto i rossoneri a intervenire sul mercato per assicurare a Gigio Donnarumma un vice d’esperienza. Begovic arriva in prestito secco fino a giugno dal Bournemouth, il portiere bosniaco ha giocato la prima parte di stagione con la maglia del Qarabag. Il classe ’87, nel primo giorno a Milanello, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni a Milan TV.

Milan, senti Inzaghi: “Fiducia in Maldini, rossoneri supereranno la crisi. Ibrahimovic? Può lasciare il segno”

“Esperienza, solidità e affidabilità. Sono un buon portiere. Difetti? Sono grosso e a volte mi arrabbio troppo facilmente, ma in generale sono solido in tutto. Ho scelto il Milan perché per me è una grande sfida. È uno dei club migliori al mondo, con una storia fantastica e dei tifosi incredibili. Sicuramente c’è tanta pressione, ma è una società con grandi ambizioni: volevo venire al Milan. Ci sono tante leggende del Milan che mi hanno ispirato: sicuramente Dida, Abbiati, Amelia, che ho seguito per molti anni. Poi c’erano giocatori incredibili: Maldini, Sheva, Pirlo e tutti quei campioni. Donnarumma? Penso sia il miglior giovane portiere al mondo. Sono pronto ad aiutarlo e a competere con lui. Ovviamente voglio aiutare la squadra in qualsiasi modo. È’ un onore essere qui prendendo il posto di Reina che è un portiere fantastico e una persona fantastica. So ciò che si aspettano da me. Cosa insegnarli? Credo non molto perché è uno dei migliori portieri al mondo, ma forse ci sono delle situazioni in cui posso aiutarlo con la mia esperienza, penso di poterlo spingere a dare sempre il massimo in allenamento ogni giorno. Dobbiamo spingerci ad essere portieri migliori per aiutare il club a vincere partite e a vincere titoli”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy