Milan, Laxalt: “E’ una chance per cambiare la mia carriera, sono pronto. Leonardo e Maldini…”

Milan, Laxalt: “E’ una chance per cambiare la mia carriera, sono pronto. Leonardo e Maldini…”

Le parole del nuovo centrocampista del Milan Diego Laxalt durante la conferenza stampa di presentazione odierna

Diego Laxalt, nuovo centrocampista del Milan, si racconta durante la conferenza stampa di presentazione.

Il calciatore uruguaiano, trasferitosi al club di via Aldo Rossi a titolo definitivo, ha parlato ai microfoni dei giornalisti del suo arrivo in rossonero:
E’ stata una settimana bellissima, sono in una delle società più importanti al mondo, è una cosa che tutti sognano. Ogni giorno lavoro al massimo, sono pronto per questa nuova sfida. Giorno per giorno bisogna che impari ciò che mi potrà servire. Le esperienze del mio passato sono state positive, mi hanno portato ad essere qui. Il Mondiale 2018 in Russia l’ho vissuto come un sogno raggiunto. E’ stata un’esperienza bellissima ed importante per la mia carriera. In questi ultimi giorni ho ricevuto diversi messaggi di complimenti. Con il tecnico dell’Uruguay Oscar Tabarez non ho parlato, ma in questi giorni ci sentiremo, le sue parole saranno importanti. Oggi sono al Milan, sono molto contento. Farò il massimo, anche nel derby, per fare una bella partita. Ricevere una chiamata da Leonardo o da Maldini, e vederli dal vivo, è splendido, sinonimo di soddisfazione e serietà. Poter essere parte di questo gruppo, con queste persone, per me è bellissimo. Si parlava tanto sui giornali di una trattativa con lo Zenit, ma quando ho ricevuto la chiamata del Milan ho capito subito che sarebbe stata la scelta migliore. Ho capito che era una chance per cambiare la mia carriera, sono rimasto molto contento. Al mio ruolo penserà Gattuso. Io sarò sempre a disposizione, cercherò di dare il massimo nella posizione in cui sarò“.

Il classe ’93, che ha vestito la maglia del Genoa per tre stagioni, ha infine rivolto un pensiero ai liguri che stanno affrontando la tragedia causata dal crollo del ponte Morandi:
Genova è una delle mie città, sono molto triste. Il mio affetto va alle famiglie colpite da questa tragedia“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy