Milan, il mistero Montolivo: “Una punizione così umiliante non l’avrebbe pensata neanche Zamparini…”

Milan, il mistero Montolivo: “Una punizione così umiliante non l’avrebbe pensata neanche Zamparini…”

La firma prestigiosa di Gianni Mura si sofferma sulla misteriosa parabola discendente di Riccardo Montolivo in un interessante editoriale pubblicato sull’edizione odierna de “La Repubblica”: da capitano rossonero a vittima di un’epurazione ad oggi incomprensibile…

Una parabola professionale misteriosa, prima altalenante poi discendente, fino all’eclissi totale. La storia  di Riccardo Montolivo al Milan presnta dei contorni indefiniti ed enigmatici.

Il centrocampista, a trentaquattro anni, non ha ancora ufficialmente appeso le scarpette al chiodo. Tuttavia, la brusca fine dell’esperienza in rossonero ha fatto sì che il giocatore si trovi attualmente svincolato. Da tempo, ormai, non calca il terreno di gioco. Una lunga parentesi, tanto strana quanto dall’epilogo inspiegabile, quella di Riccardo Montolivo tra le fila del club di Via Aldo Rossi. Ad oggi, nonostante il contratto sia scaduto lo scorso giugno dopo ben 7 annate, non è ancora chiaro quale verità si celi dietro l’irrimediabile, brusca e fragorosa, rottura tra le due parti.

La firma prestigiosa di Gianni Mura, in un’interessante editoriale pubblicato sull’edizione odierna della Repubblica, è tornata a parlare proprio della parabola discendente del talentuoso centrocampista in rossonero. Montolivo è stato prima faro e riferimento imprescindibile del centrocampo rossonero, l’ex Atalanta ha indossato anche la fascia di capitano per poi eclissarsi progressivamente ed essere relegato ai margini della squadra, come l’ultima ruota del carro: “Non voglio perdere l’occasione di tornare su un mistero: cos’ha fatto di male Montolivo per meritarsi un trattamento così dal Milan? — domanda virtualmente ai suoi lettori il noto giornalista — In breve, era capitano e ha dovuto dare la fascia a Bonucci. Era titolare ed è diventato riserva, poi riserva delle riserve, poi indesiderato. Una stagione intera, una sola presenza in panchina, nemmeno una passerella finale per salutare i tifosi. Una punizione così umiliante e di lunga durata, senza uno straccio di spiegazione (voto 2) non l’ avrebbe pensata nemmeno Zamparini con 40 di febbre. Urge chiarezza. Se Montolivo, o Gattuso, o altri possono contribuire, questo spazio è a disposizione”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. sbt5 - 4 mesi fa

    >Ha chiesto il licenziamento di Seedorf.
    Scusate se è poco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy