Milan, decreto di espulsione Salvini: “Higuain è un mercenario, non si faccia più vedere a Milano”

Milan, decreto di espulsione Salvini: “Higuain è un mercenario, non si faccia più vedere a Milano”

Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, in tackle sul Pipita: “Si è comportato in maniera indegna”

Matteo Salvini contro Gonzalo Higuain.

Il ministro dell’Interno non ha ancora perdonato la condotta assunta negli ultimi giorni a Milanello dal Pipita, che ha espressamente chiesto a Gennaro Gattuso di non convocarlo per il match di Marassi contro il Genoa, non prendendo, dunque, parte a quella che poteva essere la sua ultima gara con la casacca rossonera, prima del  definitivo trasferimento al Chelsea, alla corte di Maurizio Sarri, Una richiesta che ha deluso e inferocito il tecnico di Corigliano Calabro, che si sarebbe aspettato un addio più professionale da parte di un calciatore che ha a lungo difeso senza freni.

Amareggiato dal comportamento dell’attaccante argentino anche Salvini, grande tifoso rossonero, che intervenuto ai microfoni di Rtl, è tornato a parlare dell’addio al Milan del classe ’87, non risparmiando le critiche nei confronti di Higuain, che ieri in occasione della gara contro lo Sheffield Wednesday, valida per il quarto turno di FA Cup, si è rifiutato di tirare un rigore, probabilmente perché ancora scottato dal quello fallito in rossonero contro la Juventus a novembre.

Di seguito, le dichiarazioni di Salvini.

“Spero che Higuain non si faccia più vedere a Milano, si è comportato in maniera indegna. Non mi piacciono per niente i mercenari. Krysztof Piatek? Mi piace molto e poi è un comunitario”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy