Lazio-Milan, Kaladze: “I rossoneri stanno crescendo, contento per Gattuso”. E su Piatek…

L’ex difensore rossonero Kakhaber Kaladze parla del momento positivo che il Milan sta vivendo

Kakhaber Kaladze dice la sua sul momento positivo che il Milan sta vivendo.

L’ex difensore rossonero, che ha militato nel club di via Aldo Rossi dal 2001 al 2010 collezionando 194 presenze e 12 reti, ha parlato al quotidiano ‘La Gazzetta dello Sport’, a poche ore dal match d’andata delle semifinali di Coppa Italia, delle recenti prestazioni della squadra di Rino Gattuso e dei traguardi a cui essa ambisce:
Contro l’Empoli ero allo stadio, la squadra ha fatto un’ottima partita e ha meritato di vincere. Ho seguito quasi tutte le partite in tv. E’ stato un crescendo di prestazioni: va sempre meglio, gara dopo gara. Mi ha colpito come difendono bene, sono solidi. E ora davanti sono cinici. Gattuso ha dato il gioco alla squadra e ha formato un gruppo che nello spogliatoio funziona bene. Tutti i reparti si aiutano l’un l’altro, aspetto fondamentale. Da compagni non parlavamo di un possibile futuro da allenatori, per cui non mi ero fatto un’idea su di lui. Ha scelto la sua strada e sta facendo molto bene in uno dei club più importanti al mondo. Sono felice per lui. Rino può riportare il Milan in Champions, anche al terzo posto in classifica. Da dirigenti Leonardo e Maldini hanno dato stabilità a una società e a una squadra a cui mancava da tempo. Sono loro i primi ad aiutare Rino. Elliott vuole riportare in fretta il Milan al top, attraverso l’acquisto di giocatori importanti. Piatek? L’ho seguito molto bene al Genoa. E’ bravissimo, è cresciuto e può farlo ancora. Per chi arriva dall’estero ambientarsi in Italia non è facile e immediato, per un attaccante ancora di più. L’aspetto più complicato è che devi segnare per forza e Piatek ha l’atteggiamento giusto perché è sempre pronto. E’ giovane e può arrivare ad un ottimo livello: non diventerà Ronaldo il fenomeno, ma può diventare un grande“.

L’ex giocatore georgiano ad oggi è sindaco della capitale Tbilisi:
Oggi ho la responsabilità di quasi un milione e mezzo di persone. Ci sono tanti problemi che stiamo cercando di risolvere con nuovi progetti, nuove strade, porti e in generale infrastrutture. Vogliamo attirare l’interesse dell’Europa per un futuro ingresso nell’Unione. Abbiamo legalizzato l’utilizzo personale della cannabis. Vogliamo avere un popolo felice“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy