Diamanti: “Zamparini mi punzecchiava? Ho sofferto. A Palermo come se avessi fatto 30 gol…”

Diamanti: “Zamparini mi punzecchiava? Ho sofferto. A Palermo come se avessi fatto 30 gol…”

Le dichiarazioni rilasciate dall’ex trequartista del Palermo, che sabato alle 15 sfiderà i rosanero con il “suo” Livorno

Sabato alle 15 allo stadio “Renzo Barbera“, il Palermo sfiderà il Livorno.

I rosanero, reduci dalla vittoria esterna per 3-1 contro il Padova, hanno la voglia di proseguire la loro marcia e consolidare il primato in classifica. Dall’altra parte i toscani, hanno la necessità di far punti per riuscire a risollevarsi dall’attuale ultimo posto in classifica. Intervistato da Il Giornale di Sicilia, il fantasista del Livorno, Alessandro Diamanti ha parlato della sua recente esperienza in maglia rosanero:Sono stato molto apprezzato dalla tifoseria e tornare a Palermo mi fa davvero piacere. Ritrovo tanti amici e tante persone a cui sono ancora legato. Zamparini? Non mi piace parlare e non mi interessa neanche. Sono altre le cose che mi legano a Palermo, questa non mi interessa”.

Il classe 1983, ha poi parlato dell’allora patron del club di viale del Fante, Maurizio Zamparini. Il loro rapporto era tutt’altro che idilliaco: “Io mi sono comportato con grande trasparenza e grande professionalità – ha premesso Diamanti –. Ho sofferto questa cosa senza mai darla a vedere, lavorando sul campo e pensando a come mi trovassi bene a Palermo, io così come la mia famiglia. Ho dato il massimo in ogni secondo in cui ho indossato quella maglia e questo è stato riconosciuto dalla gente come se avessi fatto trenta gol. Questa è stata la mia vittoria più grande. Zamparini mi ha dato il piacere di conosce questa città e avere tanti amici veri a Palermo, dove fare tante vacanze con gente conosciuta proprio in quel periodo lì – ha concluso –. Bisogna avere la capacità di trarre il lato positivo da certe situazioni ed io l’ho fatto“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy