Lecce, Saponara: “Il mondo del calcio è un pianeta a parte, i calciatori non sono macchine”

Lecce, Saponara: “Il mondo del calcio è un pianeta a parte, i calciatori non sono macchine”

Il trequartista in forza al Lecce si è espresso sulla situazione drammatica che sta colpendo il mondo intero

Riccardo Saponara si esprime in merito all’emergenza Coronavirus.

Il trequartista in forza al Lecce guidato da Fabio Liverani, intervistato da Radiolvidados, ha parlato della stagione di Serie A che è chiaramente a rischio.

“Se si è fermato il calcio la situazione allora è veramente grave, il mondo del pallone sembra un pianeta a parte, ma non siamo macchine, non potevamo svolgere regolarmente il nostro lavoro. E poi anche le partite con spalti deserti non sono belle da giocare, una situazione surreale. Credo si farà di tutto per concludere il campionato altrimenti ci sarà una perdita economica troppo alta. La carriera di un calciatore ha momenti di picco e altri di grande difficoltà. La mia non è stata da meno. Sicuramente anche questo momento ci insegnerà qualcosa”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy