Lecce-Inter, Liverani: “Sfida impari, alla squadra voglio dare un consiglio. La formazione…”

Lecce-Inter, Liverani: “Sfida impari, alla squadra voglio dare un consiglio. La formazione…”

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico del Lecce alla vigilia della delicata sfida contro l’Inter di Antonio Conte

Poco più di ventiquattro ore e sarà Lecce-Inter, match valido per la ventesima giornata del campionato di Serie A.

Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida in programma domenica pomeriggio allo Stadio “Via del Mare” (fischio d’inizio alle ore 15), il tecnico del Lecce, Fabio Liverani, è tornato a parlare del momento della sua squadra, reduce da ben quattro sconfitte di fila maturate contro Brescia, Bologna, Udinese e Parma. Di seguito, le sue dichiarazioni.

“In quali condizioni arriva la squadra? Lapadula ha avuto un attacco di dissenteria, un intoppo che sicuramente non fa piacere in vista di una gara come quella di domani. Ma può partire dall’inizio. Meccariello potrebbe giocare a destra, Donati può spostarsi tranquillamente sull’altra fascia. Non voglio sperimentare, non mi piace farlo: valuto solo opzioni certe. Majer? Potrà rappresentare un grande aiuto. Viene da un problema al polpaccio che lo ha costretto a saltare qualche partita. Spero di avere quanto prima tutti a disposizione, anche per alzare la competitività durante gli allenamenti. Quando il posto è assicurato, il livello di abbassa: è un problema comune a tutte le squadre”, ha spiegato Liverani

INTER – “Come si ferma l’Inter? È una gara impari, come quella contro la Juventus in cui però scendemmo in campo con l’atteggiamento giusto. Serve anche un po’ di fortuna. Affrontare l’Inter deve essere un premio per i ragazzi, devono godersi queste sfide. Stiamo facendo un campionato dignitoso nonostante tutte le difficoltà, abbiamo le stesse possibilità delle altre squadre di restare in Serie A. Vogliamo giocarcela contro chiunque”, ha concluso l’ex Palermo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy