Lazio-Roma, Inzaghi: “Sono stati tutti bravissimi, volevamo regalare una soddisfazione ai tifosi…”

Le parole del tecnico dei biancocelesti in merito alla vittoria ottenuta contro i giallorossi

La Lazio trionfa nel derby.

In occasione dell’anticipo serale della ventiseiesima giornata di Serie A, i biancocelesti hanno ospitato la Roma in una gara delicatissima per le qualificazioni alla prossima edizione della Champions League: i padroni di casa hanno si sono imposti con il risultato di 3 a 0 grazie alle reti di Felipe Caicedo, Ciro Immobile (in gol con un calcio di rigore) e Danilo Cataldi, consolidando il sesto posto in classifica e portandosi a -3 dai giallorossi.

Al termine del match il tecnico Simone Inzaghi è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, rilasciando le seguenti dichiarazioni: “I ragazzi sono stati bravissimi, hanno interpretato bene la gara sia a livello tattico che di intensità. Martedì sera avevamo speso tanto col Milan, dovevamo preparare un derby che vale tantissimo in questa città, ma volevamo regalare una soddisfazione ai tifosi che oggi sono stati con noi dall’1’ al 95. Caicedo? Il segreto di ogni squadra è il gruppo, ho la fortuna di avere grandi professionisti. Non è facile rinunciare a Immobile, ma sapevo che Caicedo mi avrebbe aiutato e così è stato. Avevamo preparato bene la gara, sapevamo quanto è importante Kolarov per la Roma, abbiamo deciso di alzare la posizione di Marusic. Io penso che al di là dei moduli quando una squadra mette in campo un cuore così è difficile per tutti. Siamo stati bravissimi nel primo tempo, dovevamo fare forse un gol in più. Non posso dir niente a questi ragazzi, sono stati tutti bravissimi. Abbiamo preparato un derby in tre giorni e mezzo. Il mio augurio è quello di avere i giocatori a disposizione per poter modificare insieme al mio staff. I ragazzi devono guardare le ultime due prestazioni, abbiamo giocato contro Milan e Roma. I ragazzi hanno messo in campo una grande lucidità, stasera dovevamo essere bravi a non subire gol. Giusto godersi questa vittoria, ma da martedì dobbiamo pensare già alla Fiorentina“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy