Lazio, continua il caos tamponi: si muove la Procura Ordinaria, i biancocelesti rischiano l’esclusione dalla Serie A

Le ultime novità per quanto riguarda il focolaio coronavirus

Lega Serie A

Prosegue il terremoto in casa Lazio.

VIDEO Lazio-Juventus, Pirlo senza Chiellini: le scelte del tecnico per la sfida dell’Olimpico

Da due settimane a questa parte non vige serenità all’interno dell’ambiente biancoceleste, a causa di alcune dubbie positività al Covid 19. Nello specifico, ImmobileLeivaStrakosha – risultati positivi prima della sfida di Champions League con il Club Bruge – non sono stati nuovamente convocati per l’importante sfida di campionato contro la Juventus. Nelle ultimissime ore, infatti, sarebbero sopraggiunte alcune novità sul fronte tamponi che potrebbe mettere e non poco nei guai il club del patron Lotito. La Procura della Repubblica avrebbe mandato un ordine di indagine alla Polizia Giudiziaria, con il compito di acquisire la documentazione necessaria presso Formello e lo studio di analisi di Avellino al quale i capitolini si affidano per i test. La volontà delle autorità sarebbe quella di voler fare maggiore chiarezza su una vicenda che rimane dai contorni abbastanza cupi, anche per quanto riguarda i referti pubblicati dalla stessa società.

A pesare ancor di più sulle spalle della Lazio, inoltre, ci sono anche gli esposti legali presentati dal Torino – squadra con la quale i biancocelesti avrebbero giocato con i calciatori eventualmente positivi al virus – che contribuiranno probabilmente a rendere la matassa sempre più ingarbugliata. I rischi per la squadra di Simone Inzaghi sono davvero molteplici, sia a livello legale che per quanto riguarda la mera partecipazione al campionato di Serie A. Da una semplice ammenda per l’infrazione del protocollo sanitario in vigore, si potrebbe arrivare addirittura all’esclusione dal campionato, con tutte le conseguenze che una drastica decisione di questo tipo andrebbe a comportare. Per quel che riguarda l’aspetto puramente penale e giuridico, infine, bisognerà che le autorità si accertino dei contatti in essere tra la Lazio e l’ASL di competenza, per verificare se quest’ultima abbia rilasciato al club il via libera necessario per far sì che i tre calciatori – risultati in quei giorni negativi – potessero effettivamente prendere parte alla trasferta di Torino senza problemi di sorta.

Caos Lazio, Immobile: “Sempre rispettato i protocolli, sono sereno! Mio pensiero? La gara contro la Juventus”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy