Juventus-Inter, Agnelli-Conte e lo scontro allo Stadium: ecco cosa rischiano dopo la lite

Attesa per le decisioni del Giudice Sportivo

Inter

Nel day-after la sfida andata in scena ieri sera all’Allianz Stadium, continua a tenere banco la lite tra Andrea Agnelli e Antonio Conte.

Scintille in occasione della semifinale di ritorno di Coppa Italia tra il presidente della Juventus ed il tecnico nerazzurro: le immagini televisive, infatti, hanno colto il numero uno bianconero rivolgere al triplice fischio pesanti insulti verso la panchina interista. Ma non solo; tutto sarebbe partito dalle proteste di Antonio Conte per il penalty chiesto su Lautaro Martinez e l’ammonizione a Darmian. Proteste che non sarebbero piaciute ai bianconeri (Bonucci fra tutti). Al termine del primo tempo, dunque, dopo insulti e provocazioni provenienti dagli avversari nei suoi confronti, l’allenatore dell’Inter ha mostrato il dito medio prima di entrare negli spogliatoi.

Ma adesso cosa succederà dal punto di vista disciplinare? Lo scontro Agnelli-Conte – secondo quanto riportato dal ‘Corriere dello Sport’ – seguirà lo stesso iter di quello tra Lukaku e Ibrahimovic. La sentenza è attesa per domani. Due le ipotesi e tutto dipenderà da cosa hanno ascoltato e visto il quarto uomo (Chiffi) e gli ispettori della procura federale. E pertanto cosa l’arbitro ha messo a referto.

C’è un precedente in questa stagione: alcune settimane fa Nedved e Paratici furono inibiti per offese all’arbitro dalla tribuna, sentiti nel silenzio di uno stadio senza pubblico. Invece, qualora a referto non dovesse essere registrato nulla, potrebbe intervenire la procura Figc per ulteriori approfondimenti. Seguiranno aggiornamenti…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy