Juventus, Cagni: “Pirlo? Presuntuoso, dire di sì è stato un errore. Serie A, ora viene fuori la realtà. Pioli…”

L’analisi di Gigi Cagni sul campionato di Serie A e sulla sconfitta della Juventus di Pirlo

Juventus

La parola a Gigi Cagni.

Juventus

Ventottesimo turno di Serie A amaro per la Juventus di Andrea Pirlo che, dopo i tre successi consecutivi contro Spezia, Lazio e Cagliari, nel match dell’Allianz Stadium, ha trovato – con non poche sorpresa – la quarta sconfitta in questo campionato. A battere i bianconeri, il Benevento di Pippo Inzaghi, grazie al gol messo a segno da Adolfo Gaich.

Una sconfitta che non è certamente passata inosservata e che, a questo punto della stagione, allontana ancora di più il sogno di portare sotto “la Mole” il decimo scudetto consecutivo. Sul banco degli imputati è finito anche il tecnico della Vecchia Signora, la cui permanenza è stata messa fortemente in discussione non avendo convinto del tutto in questa sua prima esperienza da allenatore.

Intervistato ai microfoni di TMW Radio, il tecnico Gigi Cagni ha fatto il punto della situazione sul campionato italiano e sulla Juventus di Pirlo dopo la sconfitta contro il Benevento.

VIDEO Juventus, flop Pirlo: la compagine bianconera guidata da Andrea è la peggiore del decennio per media punti

SU PIRLO – “Finirà la stagione. L’unico errore è quello di dire sì alla Juventus, pensando che fosse un mestiere più semplice. E’ stato ingenuo, forse presuntuoso. Gli errori ci stanno, sono normali. Doveva avere il coraggio di dire di no, non è un mestiere semplice”.

VIDEO Juventus-Benevento, amarezza Pirlo: “Commessi troppi errori. Se non hai fame puoi perdere anche queste gare”

L’IMPORTANZA DI PIOLI AL MILAN – “Negli anni Settanta contavano molto i giocatori e poco gli allenatori, oggi sono cambiate le cose e contano di più. Allegri ha detto che bisogna avere pazienza di costruire. Ma qui c’è sempre poca pazienza”. 

Fiorentina-Milan, Pioli: “Ibrahimovic fa bene a parlare di scudetto, ci proveremo. Ko Juventus? Una sorpresa”

SERIE A E LOTTA CHAMPIONS – “Stiamo arrivando alla fine e viene fuori la realtà. O sei bravo o non lo sei. Queste sono le partite verità. Vedremo, sono tutti esami da qui alla fine. Pirlo ora ha un esame enorme, nelle prossime tre partite vedremo se riesce a migliorarsi nel gestire periodi così delicati. Sarà un periodo chiave per tutte. Benevento e Spezia non sono salve, così come la Juventus non è così sicura di andare in Champions”.

VIDEO Roma-Napoli, doppietta Mertens e sorpasso Champions sui giallorossi: le immagini del successo azzurro all’Olimpico

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy