Inter-Milan, la verità di Higuain: “Juventus? Sì, mi hanno cacciato. Vi racconto…”

Inter-Milan, la verità di Higuain: “Juventus? Sì, mi hanno cacciato. Vi racconto…”

La verità dell’esperto attaccante argentino in merito all’addio alla Juventus: “Al Milan è come se mi fossi tolto 4-5 anni”

“Elliott ha fatto un grandissimo sforzo per me. Ho apprezzato moltissimo l’approccio avuto per prendermi”.

Lo ha detto Gonzalo Higuain, intervistato ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport’. L’attaccante del Milan, sbarcato in estate in quel di Milano, è tornato a parlare della sua esperienza alla Juventus e della scelta da parte della società piemontese di cederlo.

Il Pipita, d’altra parte, per ben due stagioni è stato l’uomo copertina della squadra di Massimiliano Allegri; poi, nel corso dell’ultima finestra di calciomercato, complice l’approdo di Cristiano Ronaldo in bianconero, l’addio.

“La finale di Coppa Italia con la Juventus? Dentro di me quel giorno ho avuto la sensazione che sì, forse sapevo che si era rotto qualcosa. E poi hanno preso Ronaldo. La decisione di andare via non è mia. Ho dato tutto per la Juve, ho vinto diversi titoli, dopo di che è arrivato Cristiano, il club voleva fare un salto di qualità e mi hanno detto che non potevo restare e che stavano provando a cercare una soluzione. La soluzione migliore è stata il Milan. Il Chelsea? C’era una differenza fondamentale: al Milan mi hanno voluto tutti, dalla società all’allenatore. Al Chelsea mi voleva solo l’allenatore. Sentimenti di rivalsa nei confronti della Juventus? No, nessuno. Il mio è un sentimento di affetto perché mi hanno trattato benissimo. Compagni e tifoseria mi hanno dato un affetto enorme. Però non ho chiesto io di andare via. Praticamente, lo dicono tutti, mi hanno cacciato”, sono state le sue parole.

“Al Milan ho avuto da subito un amore grandissimo e così mi hanno convinto. La Juventus fa gol e vince le partite, sono micidiali. Noi siamo una squadra che fa gol, ma non dobbiamo pensare di vincere 6-3 o 7-4. Dobbiamo fare un gol e vincere, come fanno loro. E’ la mentalità vincente della fase difensiva. Dobbiamo imparare a fare un gol e pensare a chiudere la partita così. Alla Juve sono delle macchine da guerra, ti preparano per quello. Ovviamente anche loro sentono pressione quando gli avversari inseguono, ma per ora nessuno è ancora riuscito a togliergli lo scudetto. Cosa mi ha lasciato Allegri? Mi ha migliorato in alcuni aspetti, come aiutare la squadra a difendere e come attaccare la porta. Il trasferimento mi ha fatto bene? E’ assolutamente vero. Al Milan è come se mi fossi tolto 4-5 anni. Sono tornato all’epoca di Napoli e ne sono felice. Ho trovato quello che stavo cercando”, ha concluso Higuain.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy