Polonia-Italia, Mancini: “Campo non sia un alibi, felici aldilà del risultato. Pellegrini? Più di così non avrebbe potuto fare”

Le parole del ct azzurro a margine del pareggio maturato contro la Polonia

Non vanno oltre il pareggio Polonia e Italia.

0-0: è questo il risultato della sfida tra Polonia e Italia, andata in scena questa sera al “Pge Arena Gdańsk” e valida per la terza giornata di Nations League. Un risultato analizzato dal ct della Nazionale italiana Roberto Mancini, intervenuto ai microfoni di “Rai Sport” al triplice fischio.

“Abbiamo avuto diverse occasioni, specie nel primo tempo e ora nel secondo tempo. Penso che un po’ che ci ha condizionato il campo che era in condizioni pessime. Al di là del risultato siamo però contenti. Il campo non è un alibi. Noi abbiamo purtroppo pagato questa condizione. Non vuole dire niente, la squadra ha giocato bene, abbiamo avuto occasioni. Non abbiamo fatto gol, capita. Nel primo tempo dovevamo chiudere con almeno uno o due gol di vantaggio. Potevamo farli, pazienza”.

Mancini si è poi soffermato sui singoli: “Belotti in campo dal 1°? Abbiamo pensato che fosse la scelta giusta. Belotti ha giocato bene, non era semplice. Abbiamo tre attaccanti, abbiamo tre partite. Pellegrini schierato nel tridente? Ha giocato bene, veniva da un’operazione fatta lunedì. Più di così non poteva fare. Kean? E’ giovane, può migliorare molto. I ragazzi hanno giocato tutti bene”. 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy