Bosnia-Italia, orgoglio Mancini: “Final Four appuntamento importante, ammiro Vialli. Bastoni? Dico la mia”

L’orgoglio Mancini dopo la vittoria della sua Italia contro la Bosnia

Mancini

L‘Italia trionfa anche a Sarajevo e vola alle Final Four di Nations League.

A trascinare gli azzurri contro la Bosnia ci ha pensato il Gallo, Andrea Belotti, tornato al gol con la Nazionale dopo poco più di un anno e uno scatenato Lorenzo Insigne, che ha brillato e incantato addetti ai lavori e non solo. Soddisfatto della vittoria del match e del Girone, Roberto Mancini, che a causa della positività al Coronavirus, ha dovuto seguire da parecchio lontano la sfida. Il commissario tecnico della Nazionale Italiana – egregiamente sostituito dal suo vice Alberico Evani -, ai microfoni di Rai Sport, ha elogiato la prestazione dei suoi uomini.

Roberto Mancini

Ringrazio i ragazzi, anche quelli che come me e lo staff erano a casa, perché in due anni hanno fatto un lavoro importante. Le Final Four saranno un appuntamento importante, si giocheranno dopo l’Europeo e cercheremo di fare del nostro meglio. Sono contento per il sorteggio dei Mondiali, perché eravamo al 20esimo posto del ranking e ora probabilmente al sesto grazie a questa qualificazione. Il mio unico dispiacere è che la squadra gioca così bene ma non può essere seguita per quello che sta succedendo. Il fatto che abbiamo perso tante persone per il virus mi rattrista molto”.

Bosnia-Italia, Evani euforico: “Giocare le Final Four grande stimolo, ai ragazzi voglio dire una cosa”

ALESSANDRO BASTONI – “Ha giocato tre partite da titolare in una settimana, può diventare il nuovo Chiellini o Bonucci. L’entusiasmo dei più giovani è stato fondamentale, così come l’esperienza dei veterani”.

Bosnia-Italia, Insigne: “Grande prova di mentalità. Gattuso? Mi sta dando tanto, il Napoli…”

GIANLUCA VIALLI – “È un uomo e un uomo di sport meraviglioso. Il suo bacio al pallone? È stato un gesto a dir poco meraviglioso”. 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy