Inter, Sconcerti duro: “Le lamentele dei nerazzurri sono imbarazzanti. Calciopoli? La Juve ha pagato…”

Il commento del noto giornalista sportivo in merito alla sfida tra la Fiorentina e i nerazzurri

sconcerti genoa

Continuano le polemiche legate alla sfida tra la Fiorentina e l’Inter.

I due club si sono affrontati ieri sera tra le mura dello stadio Artemio Franchi, in quello che è stato il posticipo serale della venticinquesima giornata di Serie A: la gara si è conclusa con il risultato di 3 a 3, ma i nerazzurri e il tecnico Luciano Spalletti hanno fortemente protestato a causa del rigore concesso ai viola a pochi istanti dal fischio finale.

Fiorentina-Inter, Spalletti: “Il rigore? Petto netto, non voglio parlare con un arbitro che…”

Anche Mario Sconcerti, noto giornalista sportivo, ha voluto dire la sua in merito alla gara di ieri sera, rilasciando le seguenti dichiarazioni nel corso del programma Maracanà, trasmissione di RMC Sport: “Io non avrei dato il rigore, ho avuto anche dubbi sul rigore dato all’Inter. L’unico dubbio che ho avuto su D’Ambrosio è che ci sia stato un movimento del braccio incontro alla palla. Ma io questi tipi di falli di mano non li darei. O si danno tutti o nessuno. La volontarietà è un’opinione. Non è rigore quello di D’Ambrosio, l’arbitro ha sbagliato. Le lamentele dell’Inter sono imbarazzanti, è l’unica squadra ad aver vinto da terza uno scudetto revocato. Non si capisce qual è il male di vivere che avvolge l’Inter. Calciopoli? La Juve ha pagato e l’Inter ne ha tratto vantaggio. Sul campo l’Inter comunque ha fatto di tutto per vincere, poi è andata così. All’andata un caso simile era andato a sfavore della Fiorentina. A Firenze ne hanno parlato, ma non si è parlato di complotto. Gli interisti sono gli ultimi che possono parlare di complotti, visto lo scudetto assegnato a tavolino. E fu regalato da Rossi, tifoso interista. Nei dieci anni di Moggi e Giraudo alla Juventus, l’Inter ha preso 113 punti di distacco, arrivando due volte seconda. Però ne è stato fatto un continuo complotto“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy