Inter, obiettivo Conte: le garanzie di Suning all’ex ct della Nazionale. La situazione

Inter, obiettivo Conte: le garanzie di Suning all’ex ct della Nazionale. La situazione

Antonio Conte e l’Inter verso la fumata bianca: il sì di Suning potrebbe essere più vicino di qualche settimana fa

Antonio Conte sempre più vicino all’Inter.

Dopo un lungo tira e molla, la trattativa sembra andare verso la tanto attesa fumata bianca: per avere la conferma finale – racconta l’odierna edizione de La Gazzetta dello Sport -, manca solo l’ok definitivo di Suning, con Beppe Marotta a lavoro affinchè arrivi presto.

“E adesso l’a.d. nerazzurro sta cercando di stringere ulteriormente la presa, per evitare che eventuali ribaltoni in casa Juventus possano causare inserimenti pericolosi. In questo senso la prima cosa da fare è rassicurare il tecnico, su due fronti. Il più semplice è quello economico: le richieste del tecnico sono chiare (triennale intorno ai dieci milioni l’anno). Un investimento importante, che si sommerebbe allo stipendio di Spalletti, sotto contratto per altre due stagioni. Però da una parte è difficile ipotizzare che il tecnico toscano resti senza calcio e panchina per due anni, dall’altra il sacrificio economico per Antonio può essere sopportato con gli introiti Champions e con la prospettiva di innescare un circolo virtuoso. Su questo fronte il sì di Suning potrebbe essere più vicino di qualche settimana fa.

L’altra garanzia richiesta da Conte è quella di poter lottare subito per vincere, per battere la Juventus: anche qui l’a.d. e il direttore sportivo Ausilio si stanno muovendo per porre le basi dell’Inter di Conte, con gli uomini che il tecnico considera fondamentali (ne parliamo altrove). Insomma, l’Inter si avvicina al suo bersaglio unico. Lo fa nonostante all’attuale tecnico siano riconosciuti più di un merito. Spalletti ha saputo gestire una stagione piena di problemi inattesi e complessi, che lo hanno privato di parecchie risorse calcistiche. Nonostante questo dovrebbe riuscire, salvo suicidi nelle giornate finali, a centrare l’obiettivo prioritario, la qualificazione alla prossima Champions. Non ci sarebbero motivi per cambiare, insomma, se non per la possibilità di accelerare la crescita. Quella che per i motivi già citati in questa stagione è stata appena percettibile, e che invece secondo l’opinione del club sarebbe consistente e veloce con Antonio Conte. Con lui si ritiene che possano essere cambiate alcune dinamiche dello spogliatoio, che si finisca con l’aumentare il valore dei giocatori, che si riesca a ridurre il gap con la Juventus. Tutte cose che potrebbero convincere Zhang, che cercò il leccese prima dell’avvento di Spalletti, a uno sforzo economico inizialmente non previsto nei piani – scrive il noto quotidiano sportivo –“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy