Inter-Napoli, Spalletti: “Forti dall’inizio alla fine, bellissima partita. Nainggolan? Vi spiego…”

Inter-Napoli, Spalletti: “Forti dall’inizio alla fine, bellissima partita. Nainggolan? Vi spiego…”

Le dichiarazioni rilasciate da Luciano Spalletti, tecnico del club nerazzurro, intervenuto nel post partita di Inter-Napoli (1-0)

Parla Luciano Spalletti.

L’allenatore della formazione nerazzurra, in seguito alla vittoria casalinga dell’Inter ottenuta ieri sera contro il Napoli di Carlo Ancelotti per 1-0, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per commentare l’esito della sfida e la prestazione dei suoi ragazzi: “Mi è sembrata un’Inter forte dall’inizio alla fine, abbiamo vinto meritatamente per certi versi perché abbiamo creato molto. Potevamo anche perderla se Asamoah non ci metteva una pezza. Inter-Napoli è stata una bellissima partita, giocata da due squadre con buon calcio, che hanno fatto girare la palla in velocità e meritavano entrambe, in modo diverso, di vincere“.

Su Lautaro Martinez: “Si sta allenando bene, sta facendo ciò che deve fare. Nelle ultime partite è entrato in campo e poteva dare di più. Stasera si è fatto trovare pronto, ma giocare con un centrocampista in meno contro il Napoli poteva essere difficile perché loro fanno girare bene la palla a duemila orari, hanno tantissima qualità“.

Sul caso Nainggolan: Ad inizio anno nello spogliatoio si fanno regolamenti. E nello spogliatoio ci sono io. Se succedono delle cose evidenti, per rispetto del gruppo, io devo far rispettare queste regole. Nei giochi di squadra il pallone è fondamentale, il regolamento uguale. E’ stato tenuto fuori solo per questa gara, come principio e come idea, oltre la multa. Col fatto che i soldini i calciatori li hanno magari te li danno e poi lo rifanno. Invece stare fuori è una cosa in più“.

Sei deluso da un giocatore che hai fortemente voluto?: “Ha avuto dei comportamenti che non vanno bene. L’abbiamo voluto tutti in squadra, è il profilo che ci può dare una mano nella personalità in campo“.

Su Joao Mario: “Sa giocare a calcio, ha qualità nel palleggio e sa saltare l’avversario. Fisicamente e caratterialmente la gestisce come uno che ha qualità. In determinati momenti ci vuole fantasia per diventare estrosi. Ma da un certo punto in poi ci vuole l’esecutività. Lui a volte non riesce ad alternare bene queste due cose. Ma stasera è stato importante perché se non tieni il pallone contro il Napoli ti fa male, con tutta la qualità che ha“.

Che differenze ci sono tra Perisic e Politano?: “Ivan è un giocatore da fascia. Anche Politano per certi versi, ma quando viene dentro al campo va meglio con le sue caratteristiche. Perisic ha accelerazioni più cattive, è più di corsia. Ma è importante anche in fase di ripiegamento. Con le scelte di oggi a centrocampo avere Ivan che ti dà fisicità fa quadrare tutti i numeri“.

Sui cambi: “Oggi abbiamo avuto la possibilità di fare le sostituzioni che dovevamo. Keita e Lautaro hanno dato forza ulteriore al reparto offensivo“.

Sul tiro di Icardi al 1′: “E’ stato bravo perché s’è fatto trovare sveglio nel leggere la situazione. Ha un calcio importante e l’ha fatto vedere“.

L’allenatore toscano della Beneamata ha poi parlato anche ai microfoni di InterTV, di seguito le sue parole: “Stasera abbiamo fatto una buona partita e devo dire che la squadra non ha mai fatto male nell’ultimo periodo, anche se poi i risultati diventano fondamentali. Stasera, contro una squadra forte come il Napoli, forse abbiamo messo qualcosa di più. Abbiamo ragionato in maniera corretta, forzando nel primo tempo e andando a recuperare palla alta, mentre nella ripresa ci siamo abbassati e difeso da blocco squadra, sintomo di grande maturità viste le energie spese“.

Quanto c’è di Pazza Inter nella traversa iniziale e nel gol finale?: “Sono episodi, ma dentro c’è una partita sviluppata molto bene“.

Trenta gol in campionato, 12 dei quali nei minuti finali. Un sintomo che la condizione fisica è perfetta: “Abbiamo fatto bene stasera anche sotto l’aspetto della corsa, sebbene abbassiamo il nostro livello in alcuni momenti. Però, anche al di là di quello che mi aspettavo, dopo un periodo un po’ opaco siamo ripartiti forte“.

Brozovic salterà Empoli per squalifica: “Però Joao Mario è salito molto, Borja Valero è fortissimo finché ce la fa. E poi rientra Nainggolan. Siamo a posto“.

(Serie A, Inter-Napoli 1-0: Lautaro Martinez affonda gli azzurri, la Juve ringrazia. Commento e classifica)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy