Inter, Moratti: “Tornare in nerazzurro? No, vi spiego. De Laurentiis e quella trattativa sfumata…”

Le dichiarazioni dell’ex patron nerazzurro, Massimo Moratti

Inter

L’ex presidente dell’Inter, Massimo Moratti, tra scaramanzia e ricordi del passato alla guida del club nerazzurro.

Inter

La compagine allenata da Antonio Conte vola in classifica a +11 punti di distacco dall’Atalanta, merito della vittoria conquistata domenica pomeriggio ai danni del Verona. Il Milan potrebbe, tuttavia, tornare secondo in caso di successo contro la Lazio nel monday night dal sapore europeo in programma allo Stadio Olimpico. In caso di risultato positivo per la formazione di Stefano Pioli, il distacco dalla capolista nerazzurra sarebbe comunque di 10 punti a cinque giornate dal termine del campionato. Il gol di Darmian contro il Verona ed il successo della squadra interista fa sorridere anche Massimo Moratti. Intervenuto ai microfoni di Radio Marte, l’ex presidente nerazzurro ha parlato anche di alcuni retroscena di mercato legati all’Inter e di un suo possibile rientro nei quadri societari del club. Di seguito le sue parole.

“Hamsik e Lavezzi all’Inter? Branca era bravo e pure informato. Con Hamsik l’errore fu non prenderlo quando era al Brescia. Ci sono tanti giocatori bravi e non possiamo averli tutti. Quando andò a Napoli De Laurentiis mi disse chiaramente che non poteva fare l’operazione. Oggi all’Inter prenderei Kanté. Perché Orsato non arbitra più l’Inter? Sinceramente non ci avevo fatto caso e non so perché. E’ un buon arbitro, forse gli faranno arbitrare l’ultima partita. Con il VAR è cambiato qualcosa? A volte mette in condizione di lasciare dubbi ma tante cose sono cambiate, gli arbitri sono più rilassati”. E sulle voci di un suo possibile rientro nei quadri societari del club nerazzurro – “No, spero che Zhang risolva i problemi brillantemente”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy