Inter, Lautaro sul caso Icardi: “Il futuro di Mauro non è un problema nostro”. E su Spalletti…

Inter, Lautaro sul caso Icardi: “Il futuro di Mauro non è un problema nostro”. E su Spalletti…

L’attaccante nerazzurro, Lautaro Martinez, ha parlato del suo rapporto con Luciano Spalletti e del caso Icardi

A Milano non si parla d’altro se non del caso Icardi.

Nonostante il continuo braccio di ferro tra Wanda Nara, moglie e agente dell’attaccante argentino, e la dirigenza nerazzurra, la fumata bianca per il rinnovo contrattuale del classe ’93 appare, ancora molto lontana. Nel frattempo, il club di Steven Zhang, irritato dal alcune dichiarazioni rilasciate dalla show girl argentina e stanco delle prestazioni non all’altezza offerte dal giocatore nelle ultime giornate, ha deciso di declassare Maurito, togliendogli la fascia da capitano per affidarla a Samir Handanovic.

Se da una parte, Wanda, resasi conto della gravità della situazione, sta cercando di ricomporre lo strappo e mettere la pace tra le due parti, Mauro Icardi, non ha ancora sbollito la rabbia e sembra non avere alcuna intenzione di tornare a giocare finché non riceverà le scuse della società. Il numero 9 nerazzurro, che ha ritenuto ingiusto il provvedimento con cui è stato degradato, sarebbe destramente convinto che la fascia gli sia stata tolta non per le dichiarazioni della moglie o per problemi con alcuni nello spogliatoio, ma perché l’Inter avrebbe già deciso di venderlo a fine stagione.

Sulla complessa vicenda si è espresso Lautaro Martinez, sempre di più nelle grazie di Luciano Spalletti. Il giovane attaccante, intervenuto ai microfoni di Sky, ha parlato del suo rapporto con il tecnico nerazzurro e del futuro del suo connazionale: “Icardi era contento di stare con noi nel giorno del suo compleanno, la squadra continuerà ad appoggiarlo ma il suo futuro dipenderà esclusivamente dalla decisione sua e di chi lo gestisce: non è un nostro problema, deve risolverlo lui. Per l’Inter è un calciatore importante e ovviamente io spero di tornare a giocare con lui”.

“Sono molto contento del periodo che sto attraversando, ogni volta che l’allenatore mi dà fiducia cerco di lavorare al massimo per me e per la squadra. Con Spalletti parliamo quasi ogni giorno – ha aggiunto ai microfoni di Sportmediaset–  Il mister mi chiede di correggere alcune cose che sono molto importanti per continuare a crescere. Lo seguo per migliorare ma anche per apprendere sempre di più il suo gioco”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy