Inter, l’accusa di De Boer: “Volevo portare innovazione nel club, ma avevo a che fare con un gruppo marcio”

L’attuale tecnico dell’Atlanta United ricorda senza troppa nostalgia il suo periodo interista

Frank De Boer continua a sputare veleno sull’Inter riecheggiando il periodo in cui allenò, seppur per un breve periodo, la compagine nerazzurra.

L’attuale tecnico dell’Atlanta United, squadra che milita in MLS, nel corso di un’intervista rilasciata a Voetbalzone, ha usato parole pesanti per descrivere il gruppo di calciatori che era a sua disposizione.

“Volevo cambiare l’intera struttura e la cultura, perché quel club non aveva vinto nulla per molto tempo. Mi sono completamente immerso in questo, volevo davvero lavorare con i giocatori. Avevo a che fare con un gruppo marcio, ma non mi è stato permesso di buttare fuori alcuni giocatori. In esso avrei dovuto premere un po’ più forte l’acceleratore. Se vuoi causare un cambiamento, devi fare le cose all’inizio. Forse volevo essere troppo amico di tutti”.

 
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy