Inter, è tregua con Icardi: Maurito è tornato in gruppo, ma Spalletti lo spiazza con una frase…

Clima gelido ad Appiano tra Mauro Icardi e la squadra: l’ex capitano deluso per non aver svolto tutta la seduta in gruppo

Mauro Icardi è tornato in gruppo.

Dopo ben 36 giorni, l’attaccante argentino, fermo ai box dallo scorso 13 febbraio – giorno in cui il club nerazzurro ha deciso di togliergli la fascia da capitano -, è tornato ad allenarsi regolarmente in vista dei prossimi impegni ufficiali, accantonando, almeno per il momento, la lunga e complicata situazione contrattuale.

Maurito, che alla Pinetina ha trovato l’intera dirigenza nerazzurra, l’amministratore delegato per la parte sportiva Beppe Marotta, il direttore sportivo Piero Ausilio e il Cfoo Gardini, ha lavorato insieme ai giocatori rimasti a Milano, seguendo un programma speciale per ritrovare la condizione atletica. Dunque – racconta l’odierna edizione del Corriere della Sera -, l’ormai ex capitano dell’Inter, dunque, è pronto per tornare a disposizione, anche se il gelo con Luciano Spalletti non sembra essersi del tutto cancellato.

“Dopo 35 giorni trascorsi fra cure e tapis roulant, per guarire dall’infiammazione al ginocchio destro, divenuta insopportabile dopo il passaggio della fascia ad Handanovic, ieri non è stato sacrificato il vitello grasso per festeggiare il rientro in gruppo del centravanti. Eufemismo. L’attaccante, arrivato alla Pinetina di buon mattino, ha svolto una prima parte dell’allenamento in palestra con la squadra, o per lo meno con quel che rimane dalle convocazioni delle Nazionali.

Luciano Spalletti, che probabilmente si aspettava dal 9 argentino qualche parola di scuse o chiarimento dopo l’ammutinamento dell’ ultimo mese, ha stretto la mano a tutti i presenti e quando si è trovato davanti Maurito lo ha informato. «Svolgi una parte del lavoro con i compagni, poi con un preparatore fai allenamento personalizzato», l’ordine di servizio. Il programma ha spiazzato Icardi, già presentatosi al centro sportivo con l’atteggiamento dell’uomo Denim, quello che non deve chiedere mai. Soprattutto con l’aria di chi non si sente in dovere di giustificare l’incredibile commedia andata in scena nelle ultime settimane. Ha poi pranzato ad Appiano (consuetudine rispettata anche nel periodo di «malattia») in un clima di generale freddezza – scrive lo storico quotidiano –“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy