Inter, duro comunicato ufficiale: “Ritiro punitivo, i calciatori sono chiamati a rappresentare nostra maglia con orgoglio e onore”

Il comunicato della società nerazzurra due giorni dopo la sconfitta contro la Fiorentina.

“Successivamente a quanto accaduto sabato sul campo dell’AFC Fiorentina, Il Club ha richiamato l’intera prima squadra a effettuare un ritiro prolungato presso il Centro Sportivo Suning di Appiano Gentile da domani martedì 25 aprile fino alla gara interna contro l’S.S.C. Napoli in programma domenica 30 aprile”.

Comincia così il comunicato diramato pochi istanti fa dall’Inter. “Il modo in cui è maturata la sconfitta in casa della Fiorentina è stato inaccettabile per i nostri tifosi, sia in Italia che all’estero, e siamo intenzionati a far sì che questo non si veri×chi più. Tutti all’interno del Club, dai giocatori all’intero staff, sono ora determinati a lavorare il più duramente possibile per ottenere il miglior risultato e terminare la stagione in crescendo. Conseguentemente, il Club conferma la sua piena fiducia e quella della proprietà a Stefano Pioli e all’intero staff tecnico. Pioli si è unito all’Inter in un momento complicato e il lavoro da lui intrapreso assieme al suo staff negli ultimi sei mesi, sin dal suo arrivo lo scorso novembre, è stato eccezionale e merita il nostro massimo rispetto. Il Club non si farà distrarre dalle voci circolate in ambienti esterni al Club stesso. Il nostro obiettivo resta quello di terminare il campionato di Serie A nel miglior modo possibile e qualificarci per una competizione europea, dando il massimo in ogni partita. I calciatori, inoltre, sono chiamati a rappresentare i colori nerazzurri con orgoglio e onore, come si addice alla storia e alla tradizione di questo grande Club”.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Giuseppe Leonardo - 4 anni fa

    Polca tloia!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Vito Muratore - 4 anni fa

    In Sicilia, nella fattispecie, Palermo, essendo a Statuto Speciale tutto è permesso a tutti : la società Palermo Calcio ” creatura” del Sig. M. Zamparini , è stata VOLUTAMENTE fatta arrivare in coma. Adesso , nonostante la legge Italiana lo vieti, viene praticata dai veri , presunti o probabili proprietari la “dolce morte”, o altrimenti definita, “suicidio assistito”. Il tutto senza rispetto di e per NESSUNO . Inoltre ,senza che ci sia stata ,non dico vigilanza , ma almeno osservare ,di giornalisti d’ inchiesta o anche finanziari (closing…chi è costui !?!) stampa locale o nazionale .Il tutto sintetizzato con le voci che iniziano a sentirsi sussurrare…FALLIMENTO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco Catalano - 4 anni fa

    Da noi, invece, c’è il premio per avere raggiunto l’obbiettivo stagionale…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Sebastiano Burgio - 4 anni fa

    Società con le palle perché non si fa pure a Palermo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Francesco Caruso - 4 anni fa

    Allora i nostri, chiamiamoli così, calciatori dovrebbero andare ai lavoro forzati con la palla si ma al piede!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Lorenzo Ricotta - 4 anni fa

    Per la nostra squadra hotel excelsior Bellolampo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Elio Munì - 4 anni fa

    Siccome la Cina è unica nelle contraffazioni…. vuoi vedere che i giocatori sono delle patacche!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco Catalano - 4 anni fa

      Quello nella foto è Icaldi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Benedetto Gerbino - 4 anni fa

    Anche la nostra pseudo-societá si sta preparando ad un ritiro punitivo… Località Ballarò a farici cuagghiri muzzuna ri sicariatti a sti 4 scafazzati!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy