Inter, Conte resta in attesa: Marotta e Ausilio provano a convincere Zhang. La situazione

Inter, Conte resta in attesa: Marotta e Ausilio provano a convincere Zhang. La situazione

Zhang fatica a pensare di liberarsi di Spalletti per prendere Antonio Conte: Marotta e Ausilio non mollano e continuano a giocarsi le proprie carte

Antonio Conte resta in attesa.

I nerazzurri continuano a giocarsi le proprie carte soprattutto In virtù dell’amicizia che lega l’allenatore salentino a Giuseppe Marotta, l’Inter continua a giocati le proprie carte con l’obiettivo di accaparrarsi quanto prima la fiducia dell’ex c.t della nazionale italiana: l’amministratore delegato nerazzuro, in settimana avrebbe già incontrato Conte, chiedendogli di aspettare a firmare con la Roma.

Adesso – racconta l’odierna edizione del Corriere dello Sport -, bisognerà convincere Zhang a liberarsi di Luciano Spalletti, così da portare a Milano l’ex tecnico del Chelsea, con un’operazione complessiva di circa settanta milioni. Nel frattempo, alla finestra rimangono PSG, Manchester United e Bayern Monaco, pronte ad aprire una porta. 

“Zhang fatica a pensare di liberarsi di Spalletti per prendere Conte. Marotta e Ausilio spingono per questa soluzione, ma se il tecnico di Certaldo conclude il campionato al terzo posto è più sicuro della conferma. Di sicuro sarà confermato Ausilio, che ha un ottimo rapporto con Zhang junior. Per il tecnico pugliese sono altre le priorità rispetto alla Roma, se Marotta riesce a convincere il proprietario cinese il suo futuro è colorato di nerazzurro. Ha già idee chiare: via Icardi, preferisce puntare tutto su Lukaku, belga del Manchester United, o in alternativa su Dzeko, che nei suoi ragionamenti in giallorosso sarebbe un incedibile. Conte vuole capire quali saranno gli scenari in Italia e all’estero prima di decidere. Per questo la risposta attesa dalla Roma non arriverà entro la prossima settimana. Ci sarà bisogno di qualche giorno in più. 

In caso di arrivo di Conte, molto probabile che resti Gagliardini perché l’ex ct lo stima molto. Con il tecnico di Lecce gli investimenti in mezzo potrebbero essere meno importanti (Kovacic in prestito o Barella inserendo delle contropartite sono idee; quasi inarrivabile Van de Beek) e “spostati” in altri ruoli come per esempio l’attacco – scrive il noto quotidiano sportivo –“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy