Inter, brilla la stella di Esposito: “Lukaku mi ha dato tanti consigli, ma il mio esempio è un altro compagno”

Inter, brilla la stella di Esposito: “Lukaku mi ha dato tanti consigli, ma il mio esempio è un altro compagno”

Le dichiarazioni del giovane talento dell’Inter

inter

Un presente importante, un futuro radioso. Sebastiano Esposito studia per diventare grande, denotando progressi costanti e significativi.

Il giovane attaccante dell’Inter e della Nazionale azzurra Under 21 sta positivamente impressionando media, pubblico e addetti ai lavori. Umiltà e voglia di apprendere da campioni e compagni più esperti, ma anche coraggio e personalità ogni qualvolta Conte lo chiama in causa consentendogli di giocare le sue carte. Fiuto del gol, doti tecniche di rilievo, ampi margini di miglioramento e buona struttura sul piano agonistico e caratteriale. Il percorso verso il completamento del suo processo di maturazione calcistica è già tracciato e potrebbe schiudergli orizzonti davvero rosei: tocca al ragazzo percorrerlo al massimo dell’intensità, con entusiasmo e raziocinio, senza bruciare le tappe. Il mondo Inter è il paradiso calcistico di Esposito, come conferma il giovane talento di prospettiva nel corso di un’intervista concessa a “La Gazzetta dello Sport”.

Ho imparato tanto: da Romelu, Lautaro, Eriksen, Sanchez. Non solo i gesti tecnici ma i valori umani. Il mio esempio è stato però soprattutto D’Ambrosio: non gioca nel mio ruolo, è vero, ma mi ha insegnato il rispetto per gli altri, per gli orari, per il gruppo. Sono cose fondamentali. Cosa mi ha detto Lukaku quando mi ha lasciato calciare il rigore lo scorso dicembre? Di calciare sicuro e forte. Ma mi aveva già aiutato prima. ‘Stai tranquillo, gioca come sai’. Poi tra primo e secondo tempo ero un po’ in ansia e lui ancora ‘appoggiati su di me e andiamo alla conclusione, l’importante non è il gol ma portare a casa la partita’”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy