Inter, Barella a carte scoperte: “Lukaku una forza della natura, vi dico cosa succede in allenamento”

Una breve anticipazione dell’intervista rilasciate a Dazn dal centrocampista dell’Inter

Nicolò Barella è stato intervistato dalla nota conduttrice catanese, Diletta Leotta.

Il centrocampista dell’Inter ha gradualmente guadagnato spazio nell’undici nerazzurro, scalando posizioni nelle gerarchie del tecnico Antonio Conte che gli ha spesso consegnato le chiavi del centrocampo. Il playmaker nato a Cagliari, anagraficamente e calcisticamente, ha mosso i suoi primi passi con la squadra del capoluogo sardo, militando nelle giovanili rossoblù. Ha fatto il suo esordio in prima squadra nella stagione 2015/2015, alla Sardegna Arena (ex Stadio “S. Elia”), nel match contro il Parma, vinto dalla squadra isolana per 4-0.

inter

Dopo il prestito al Como, in Lega Pro, nella stagione 2016/2017 torna nuovamente in quel di Cagliari, dove – complici gli infortuni di alcuni compagni di squadra – ha scalato presto le gerarchie del reparto, affermandosi ad appena diciannove anni come titolare dell’undici schierato dall’allora allenatore Massimo Rastelli. La sua inamovibilità del cuore del campo e le prestazioni di valore, hanno portato il giovane centrocampista a vestire anche la maglia azzurra, dapprima tra le fila delle giovanili (dall’U15 all’U21), poi giocando con la Nazionale maggiore nel 2017, sotto la guida del commissario tecnico Gian Piero Ventura. La consacrazione definitiva, però, è arrivata con l’approdo sulla panchina azzurra di Roberto Mancini, che ad oggi fa del mediano uno dei titolari della Nazionale.

VIDEO Olanda-Italia, tris d’assi: Insigne-Immobile-Barella, Mancini vola in Nations League. Guarda il gol azzurro…

Di questo e tanto altro ha parlato il classe 1997 durante una lunga intervista rilasciata ai microfoni di “Linea Diletta”, che andrà in onda prossimamente sulla tv sportiva streaming Dazn. Di seguito, una breve anticipazione. Lukaku e Shaquille O’Neal fanno dello strapotere fisico la propria forza maggiore. Romelu è anche molto altro. Anche in allenamento per spostarlo dobbiamo aggrapparci in due o tre. Una forza della natura”, sono state le sue parole.

VIDEO, Lukaku-Lautaro come Serena e Diaz, Barella in stile Berti: 2020/21 1988/89, le due Inter a confronto

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy