Genoa-Inter, la Curva Nord torna all’attacco: “Icardi e Wanda Nara hanno solo pensato a speculare”

Genoa-Inter, la Curva Nord torna all’attacco: “Icardi e Wanda Nara hanno solo pensato a speculare”

Totalmente deteriorato il rapporto tra Mauro Icardi e la Curva Nord nerazzurra: “Attaccamento ai nostri colori? Solo convenienza”

Il caso Icardi continua a tenere banco in casa Inter.

Nonostante Maurito sia tornato ad allenarsi regolarmente con i compagni, ormai da ben due settimane, Luciano Spalletti ha deciso di non convocare l’attaccante argentino per la sfida giocata contro la Lazio domenica sera: problema risolto qualche giorno dopo, con il tecnico nerazzurro, che tornato sui suoi passi per il bene della squadra, ha deciso di reinserire l’attaccante argentino fra i convocati per la prima volta dopo il caso della fascia di capitano, annunciando anche che, stasera sera a Marassi contro il Genoa giocherà titolare.

Riequilibrato il rapporto con Spalletti, però, i problemi per Icardi non sono ancora terminati. La Curva Nord dell’Inter, infatti, il giorno dopo il primo duro comunicato, si è scagliata ancora una volta contro il classe ’93.

“La posizione della Nord nasce dalla frustrazione per una imbarazzante querelle sicuramente mal gestita dalla società ma nella quale sia il numero 9 che la sua consorte manager hanno unicamente pensato a speculare, manifestando solo per convenienza attaccamento ai nostri colori (il duomo nerazzurro postato dopo la vittoria nel derby fa sorridere davanti al sorriso di lady W dopo la sconfitta con la Lazio).

Chi non ha le fette di salame sugli occhi non può non capire che l’imposizione del rientro del 9 è dettata da esigenze di rivalutazione del valore di mercato e non certo da un reale riavvicinamento dello spogliatoio al giocatore. Non si può far finta di non capire che le dichiarazioni dell’allenatore sono solo frasi di circostanza per ritrarre davanti all’opinione pubblica il quadro di una riconciliazione che in realtà non è mai avvenuta.

Certo, per la classifica ed il finale di stagione che tutti auspichiamo, la presenza del giocatore dalle comprovate ed innegabili qualità tecniche può esser di contributo all’obiettivo immediato ma certamente allo stesso tempo assolutamente controproducente per creare le premesse di un ambiente unito come dovrebbe esser lo spogliatoio di una squadra con reali ambizioni di successo future.

Nessuno come la Nord ha a cuore il futuro dell’Inter e a chi ha la presunzione di giudicarci, ricordiamo che la nostra, è una riconosciuta storia di sacrifici, chilometri percorsi, battaglie, voce e coreografie lunga 50 anni. Non abbiamo nulla da dimostrare a nessuno tanto meno agli interisti o presunti tali seduti davanti a pc e tv, mentre voi cosa avete fatto per la nostra Maglia nella vostra vita? NOI SIAMO L’INTER!!!”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy