Atalanta-Inter, Moratti: “Sarà complicato fare risultato, servirà concentrazione. A Bergamo non è mai semplice…”

Atalanta-Inter, Moratti: “Sarà complicato fare risultato, servirà concentrazione. A Bergamo non è mai semplice…”

Le parole dell’ex presidente nerazzurro a pochi giorni dalla sfida di campionato tra la compagine di Spalletti e gli orobici

Pareggio importante quello ottenuto dall’Inter in casa contro il Barcellona nella quarta giornata di Champions League.

Il passaggio del turno passerà dalla trasferta di Londra contro il Tottenham, anche se ai nerazzurri potrebbe bastare sconfiggere a San Siro il Psv per assicurarsi un pass per gli ottavi di finale. Intanto la compagine di Luciano Spalletti affronterà questo sabato l’Atalanta in trasferta, una gara ostica con gli atalantini che sono reduci da tre vittorie consecutive. Sul match dell’Atleti Azzurri d’Italia si è espresso l’ex presidente dell’Inter, Massimo Moratti, ai microfoni della redazione di calcioatalanta.it.

Se Spalletti ha trovato il bandolo della matassa? Sembra proprio di sì. Pare abbia trovato il modo di giocare più idoneo e riesca a far rendere al meglio i giocatori che ha a disposizione. L’Atalanta? Storicamente a Bergamo è molto difficile. Ma è una sfida altrettanto importante e l’Inter dovrà scendere in campo con molta concentrazione per cercare di fare risultato. Dell’Atalanta ho sicuramente un’ottima idea. Non solo per quanto fatto in campo europeo, ma anche per il bel gioco e per il fatto di aver lanciato tanti giovani. Pronostico? Spero ovviamente che vinca l’Inter, ma sarà comunque difficile su un campo come quello di Bergamo. I Percassi sono riusciti a costruire una società e un gruppo di lavoro invidiato da molti. Sono gente seria che ha capito come si può gestire seriamente una società di calcio. Del resto il presidente è un uomo con esperienza e istinto. All’Inter ebbe un’esperienza negativa, ma all’Atalanta si sta esprimendo molto bene. Pentito dell’esonero? In quel momento non potevo prendere altre decisioni. Arrivavano solo risultati negativi e la fiducia non era al massimo. All’Inter si ragiona in un modo un po’ diverso che all’Atalanta: quando non ci sono risultati si deve intervenire in qualche modo. Mi piace molto Duvan Zapata, ma anche Musa Barrow ha margini di miglioramento. Ma oggi l’Inter è completa in ogni reparto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy