Hellas Verona, Pazzini: “Di Carmine? Ci completiamo, lui cerca profondità e io l’area. Toni a Firenze comandava…”

L’ex attaccante della Fiorentina torna a parlare di Luca Toni: “A Verona quell’anno è andata male per entrambi, soprattutto a causa degli infortuni”

Parola a Giampaolo Pazzini.

L’ex attaccante della Fiorentina, ora all’Hellas Verona, dove sta dimostrando che è ancora un giocatore da grandi palcoscenici e che può dire la sua in qualsiasi club, intervenuto ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport’, è tornato a parlare di Luca Toni: “Lui a Firenze comandava, nel senso che a me toccava il lavoro sporco. A Verona quell’anno è andata male per entrambi, soprattutto a causa degli infortuni. Poi arrivò anche la retrocessione. Domenica Luca era allo stadio, mi ha chiamato per dirmi: <<Merito mio>>. E allora io, ne ho approfittato, per chiedergli di venire più spesso”.

Di Carmine? Ci completiamo: Samuel cerca la profondità – ha poi proseguito -, io l’area. Già alla Fiorentina, a 18 anni, mostrava qualità. Ci siamo incrociati, e ricordo che contro l’Udinese è entrato al mio posto”.– ha concluso il classe ’84 –“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy