Torino-Genoa, Ballardini: “Granata forti anche prima di Nicola. Davide ex grifone, ma non è un vantaggio per lui”

Il tecnico del Genoa, Davide Ballardini alla vigilia del match contro il Torino.

Inter-Genoa

Il tecnico del Genoa, Davide Ballardini, alla vigilia del match dei grifoni contro il Torino.

Genoa

Alla vigilia della sfida  dello Stadio Olimpico “Grande Torino”, il tecnico del club ligure, Davide Ballardini, ha parlato a “Genoa Channel” presentando il match in programma domani (13 febbraio) alle 15,00 sotto la Mole, valevole per la ventiduesima giornata di Serie A. Di seguito le dichiarazioni del tecnico del Genoa, alla sua quarta esperienza sulla panchina rossoblù.

“Si affronta la partita contro il Torino come tutte le gare che il Genoa ha giocato fino ad ora. Con le qualità, la serietà, lo spessore umano e tecnico che il Genoa ha mostrato da quando noi siamo arrivati. Il Torino è una squadra, come ho sottolineato nel corso della settimana ai miei ragazzi, che ha grandissimo spessore tecnico e fisico. E’ una squadra che anche prima dell’arrivo di Nicola ti faceva vedere quanto era forte. Ora sono un po’ più continui nel fare la partita e vedi tutto il loro valore”.

VIDEO Calciomercato Serie A, Genoa e Sampdoria acquisti top: tutte le mosse delle genovesi

Sul collega Davide Nicola, attuale tecnico del Torino e grande ex della gara, e sulla squadra granata, Ballardini ha rilasciato le seguenti dichiarazioni.

“Un vantaggio per Nicola conoscere l’ambiente rossoblù? Penso di no. Perché poi c’è un tecnico, ci sono i giocatori che comunque cambiano. Io credo che questo non possa influenzare tanto la partita di domani. Ho visto i ragazzi come al solito. Tutte le volte lo dico ma è giusto dirlo, quando hai a che fare con delle persone che vengono al campo e vogliono allenarsi bene, per un allenatore ogni giorno è una soddisfazione. Chiedono molto da sé stessi e questo è un grande motivo di soddisfazione. L’aspetto più importante è il seguente: a quello che si dice e si pensa, devono seguire i fatti nel quotidiano, perché le parole stanno a zero nel calcio. E i fatti ci testimoniano che questi ragazzi ce la mettono tutta dal lunedì alla domenica”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy