Lazio-Genoa, Ballardini: “All’Olimpico ci vuole la giusta cattiveria, per affrontarli bisognerà essere squadra”

Lazio-Genoa, Ballardini: “All’Olimpico ci vuole la giusta cattiveria, per affrontarli bisognerà essere squadra”

L’analisi del tecnico del Genoa: “Contro la Lazio bisognerà saper leggere nel migliore dei modi le varie situazioni individuali”

Giornata di conferenza in casa Genoa.

Il tecnico dei rossoblù, Davide Ballardini, alla vigilia della delicata gara contro la Lazio, in programma domenica 23 settembre alle ore 15:00 all‘Olimpico, è tornato a parlare del match contro il Bologna, analizzando la prestazione dei suoi uomini: ” Siamo stati seri e generosi. La fatica contro una squadra compatta ed esperta che aveva bisogno di fare risultato è stata ripagata. È vero che non abbiamo avuto tante occasioni, ma la poca bellezza è stata compensata dalla compattezza. Gunter si è messo molto in evidenza la settimana scorsa, ho la sensazione che sia un giocatore forte e interessante, può ricoprire più ruoli. Contro il Bologna quando abbiamo abbassato Bessa, ci siamo trovati bene, abbiamo giocato meglio. Ma prima di dirvi come sistemerò il centrocampo devo valutare alcune situazioni”. 

Sugli uomini di Inzaghi: “Per affrontarli bisogna essere squadra e ci vuole la giusta cattiveria e altrettanta consapevolezza. Bisognerà essere organizzati a livello corale e saper leggere nel migliore dei modi le varie situazioni individuali”. 

Chiosa finale su Sandro e Marchetti: “Sandro ieri era a riposo, oggi penseremo a come agire dopo l’allenamento. Potrebbe essere convocato. Marchetti ha sempre la giusta agitazione positiva, a me piace così. Deve solo pensare a lavorare in allenamento per migliorarsi, non alla singola partita. Kouamè ha avuto un permesso per la nascita del figlio, mercoledì ha ripreso ad allenarsi”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy