Genoa-Torino, Thiago Motta: “Servirà una grande partita. Tutto sulle condizioni di Sturaro e Favilli. Pochi gol fatti? Rispondo così…”

Genoa-Torino, Thiago Motta: “Servirà una grande partita. Tutto sulle condizioni di Sturaro e Favilli. Pochi gol fatti? Rispondo così…”

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico Thiago Motta alla vigilia della sfida Genoa-Torino in programma domani pomeriggio al “Ferraris”

Poco più di ventiquattro ore e sarà Genoa-Torino, match valido per la quattordicesima giornata del campionato di Serie A.

Diversi, dunque, sono stati i temi trattati dal tecnico rossoblu Thiago Motta alla vigilia della sfida in programma domani pomeriggio allo Stadio “Luigi Ferraris” (fischio d’inizio alle ore 18): dal momento della sua squadra, reduce da due pareggi di fila maturati contro Napoli e Spal, alle prestazioni offerte fin qui dal Torino di Walter Mazzarri.

“Da quando sono arrivato tutto quello che vedo in allenamento, i ragazzi lo mettono in partita e sono contento. Questa mentalità da Genoa, la voglia di attaccare e aggredire l’avversario. Secondo me questa è la strada giusta. Sarà una giornata interessante ed importante. Il Torino è una squadra forte, dobbiamo essere al massimo per fare una grande partita. L’importante è affrontare la gara come si deve e confermare quanto di buono fatto fin qui. Se cambierò qualcosa? Il Genoa giocherà offensivamente. Ho ancora un allenamento e deciderò chi mettere in campo. Il Torino può andare in difficoltà se aggredito? Non lo so, non sono lì dentro per capire cosa succede. Per quanto riguarda i singoli hanno un gran livello, mi piacciono come collettivo. Affronteremo una squadra forte, dovremo essere noi preparati a tutto quello che può succedere in campo”, sono state le sue parole.

SINGOLI – “La gestione di Sturaro? Fa parte del gruppo. E’ un giocatore che può giocare domani. Favilli sta benissimo, come tutti gli altri. Vedo che tutti hanno una forma fisica molto buona. Ho tutti i giocatori a disposizione e sceglierò i migliori. Se uno fa dieci gol oggi in allenamento magari domani gioca. Se mi aspetto più gol dai centrocampisti? I gol li possono fare tutti, anche i portieri nel finale di partita. Se chiedo ai miei ragazzi di difendere, il primo difensore deve essere l’attaccante; se chiedo di attaccare, il primo attaccante deve essere il difensore. Come ha reagito Schone dopo l’esclusione? Bene, si è allenato bene come gli altri. Gli esclusi dalla partita contro la Spal? Scelta tecnica. Io faccio le scelte per quello che vedo. Poi posso anche sbagliare”.

BILANCIO – “Pochi gol realizzati? Solo contro il Napoli non abbiamo segnato. Il gol è frutto del gioco. Tutti gli allenatori vogliono ottenere punti e secondo me tutto passa attraverso il gioco. Quando non arrivano i risultati possono crearsi dei dubbi, ma da quando sono arrivato non ho mai avuto questa sensazione. Io vedo i ragazzi che sono felici di scendere in campo, allenarsi e dare il massimo. Sono felice delle prestazioni fatte fino ad ora e questa è la strada giusta. Il cambio di direttore sportivo? Non è ancora stato ufficializzato. Io vivo tutti i giorni benissimo perchè con i ragazzi sto bene. Ho una grande voglia di continuare a lavorare e la cosa più importante sono i miei giocatori in campo”, ha concluso Motta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy