Genoa, il Regno di Ballardini: “Con tutto il rispetto, Davide è di un’altra categoria. 3-5-2? La sua idea è un’altra”

Le parole del vice di Davide Ballardin sulla panchina del Genoa, Carlo Regno

Genoa

Il nuovo Genoa di Davide Ballardini sta davvero volando in Serie A.

Genoa

A +11 dalla zona retrocessione, i rossoblù dopo un inizio di stagione a dir poco thriller hanno trovato la via della rinascita grazie all’approdo sulla panchina ligure del tecnico Davide Ballardini, oltre all’arrivo in rosa di un profilo di altissimo livello come quello di Kevin Strootman. A parlare, Carlo Regno, storico vice di Davide Ballardini, che nel corso del suo intervento nel corso del format tv “We are Genoa” in onda su Telenord, ha illustrto il momento della compagine genoana e della forza ritrovata dal Grifone, dopo il subentro del nuovo staff capitanato dal tecnico Davide Ballardini.  Competenza, lucidità, attitudini motivazionali, capacità di lettura della gara in corsa, elasticità tattica in funzione di contingenze e caratteristiche dell’avversario di turno. Il tecnico romagnolo è certamente uno degli interpreti del ruolo più completi dell’intero panorama italiano. Di seguito il ritratto tracciato dal suo fidato e storico vice.

“La forza di Davide è la fiducia che ripone nel suo staff: ci permette di lavorare e sviluppare le nostre idee, talvolta correggendole se sono sbagliate. Scamacca? Il mercato l’ha disorientato, poi è tornato ad allenarsi serenamente: è solo merito suo se è un altro giocatore. Con tutti il rispetto per i colleghi, ma Ballardini appartiene ad un’altra categoria: parla al “noi”, è stato il primo a farlo in Italia dopo aver visto Maturana lavorare in Colombia per un mese. Il suo modulo preferito non è il 3-5-2, che sfrutta per caratteristiche dei calciatori, ma qualcosa di simile al 4-3-3. Non è vero che non ride mai, semmai sono pochi che lo fanno ridere: è ben diverso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy